Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Sarno, spento l'incendio al Saretto. Il sindaco: "E' doloso, serve l'esercito"

Alle prime luci dell’alba sono arrivati anche gli elicotteri della Protezione Civile che hanno completato le operazioni di spegnimento. Chiuse le scuole, sfollate intere famiglie nell'area devastata dalle fiamme

Sono continuate per tutta la notte le operazioni di spegnimento dell'incendio di vastissime proporzioni divampato, nella serata di venerdì, al Saretto di Sarno. Non solo. Ma, contemporaneamente, altri roghi, di dimensioni inferiori, sono stati appiccati sul monte Saro in località Episcopio e Foce. La città è stata per ore circondata dalle fiamme.  

La paura

Panico tra gli abitanti: in trecento, su disposizione del sindaco Giuseppe Canfora, sono stati fatti evacuare per motivi precauzionali. Molte persone hanno trovato ricovero da parenti e amici e circa una ventina, invece, hanno trascorso la notte all'interno della scuola Baccelli, dove è stato allestito un centro di prima accoglienza. Per oggi scuole chiede. Dal Comune fanno sapere che qualcuno è già rientrato nelle case e qualcun altro lo farà entro un'ora. Ora, per i cittadini di Sarno, resta la paura che le piogge possano far rivivere quei giorni di terrore del maggio del 1998, quando il comune dell'agro sarnese nocerino fu investito da una colata di fango che causò, lì e in altri comuni vicini, 160 morti.

I soccorritori

Alle prime luci dell’alba sono arrivati anche gli elicotteri della Protezione Civile. In azione, anche oggi, i vigili del fuoco e i volontari di diverse associazioni arrivate dalla sala operativa regionale sono arrivate da Cercola, Massa di Somma, Palma Campania, Pollena Trocchia, Somma Vesuviana, Gragnano, Siano, Pellezzano, Castellammare, Mercato San Severino.

Il sindaco chiede l’esercito:

Sarno mia, Sarno nostra, non sappiamo più come difenderti. La rabbia che abbiamo adesso diventerà un motivo ancora più forte per continuare a cercare ogni mezzo, ogni strada per proteggerti. Cari concittadini, ora non riuscirò a raccontarvi ogni istante di questa giornata terribile, per fortuna lo hanno fatto i media che ringrazio per esserci stati accanto e, per avermi dato la possibilità di denunciare a gran voce questo assassinio contro la nostra terra. Ho visto nei vostri occhi lo sconforto, la rabbia, l’incredulità. Non arrendiamoci. Sono al Comune, insieme ad assessori e consiglieri, ora attendiamo gli elicotteri che arriveranno intorno alle 5, al buio non posso operare. Porteranno a termine le operazioni di spegnimento avviate da uomini e donne che questa sera per noi e per la nostra comunità hanno rischiato la loro vita. Cercheremo di ridurre al minimo i disagi delle famiglie evacuate. Ho chiesto a gran voce gli uomini dell’Esercito Italiano sul nostro territorio subito.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sarno, spento l'incendio al Saretto. Il sindaco: "E' doloso, serve l'esercito"

SalernoToday è in caricamento