Impianto a biomasse di Oliveto, Scaglione: "Lo stop sia definitivo"

Il presidente provinciale di Copagri Scaglione chiede che lo stop alla realizzazione dell'impianto sia definitivo e annuncia ulteriori iniziative per dire "no" alla sua realizzazione

Immagine di repertorio

Impianto a biomasse ad Oliveto Citra, la Copagri "non abbassa la guardia": la sigla degli agricoltori, pur esprimendo soddisfazione per la sospensione della realizzazione dell'impianto da parte della regione Campania, mantiene alta l'attenzione sul tema dell'impianto a biomasse. Queste le parole del presidente Copagri Salerno Donato Scaglione, che ha ricevuto dall'ente regione l'informativa della sospensione del decreto n. 66 deòll 2009 che sanciva l'ok per la realizzazione dell'impianto: "Apprezziamo lo sforzo compiuto dalla regione Campania, ora attendiamo misure definititive. Attendiamo anche la pubblicazione dell'informativa sul BURC, prima di dichiararci soddisfatti e certi che il temuto inceneritore non sia installato".

Vanno avanti anche le iniziative per ribadire le ragioni del "no" all'impianto a biomasse che era in corso di realizzazione ad Oliveto Citra: in serata ci sarà un convegno presso l'aula consiliare di Colliano, in attesa della manifestazione di sabato prossimo per dire "no" all'impianto a biomasse.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma a Sant'Egidio, donna muore folgorata nella doccia

  • Colto da malore mentre l'amico fa benzina: muore 30enne a San Mango Piemonte

  • Travolto da un treno ad Angri: Tobia è morto, Agro a lutto

  • Morto investito da un treno, la sorella: "Vorrei abbracciare chi ha avuto il cuore di mio fratello"

  • Paura nel Golfo di Policastro, registrate quattro scosse di terremoto in mare

  • Incidente sulla Cilentana, muore anche la 17enne di Albanella

Torna su
SalernoToday è in caricamento