menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lidi e aree portuali, la Procura apre un'inchiesta: avviati i controlli

Le indagini - riporta La Città - sono state avviate dalla Guardia di Finanza, che da settimane stanno passando al setaccio gli uffici di Palazzo di Città alla ricerca di documenti ed autorizzazioni

Nuova inchiesta della Procura della Repubblica di Salerno contro le irregolarità edilizie ed amministrative sia tra i lidi salernitani che tra le attività e le strutture che rientrano nel perimetro delle zone a ridosso del mare, compresi  gli scali portuali, dal Masuccio al Manfredi, passando per l’area della Stazione Maritttima ed il Marina d’Arechi. Le indagini – riporta il quotidiano La Città – sono state avviate dalla Guardia di Finanza, che da settimane stanno passando al setaccio gli uffici di Palazzo di Città alla ricerca di documenti ed autorizzazioni necessari a ricostruire gli iter procedurali delle concessioni.Analoga documentazione, da quanto si è appreso, è stata richiesta agli uffici della Regione Campania e dell’Autorità portuale.

Ma per fare le pulci alle strutture che ricadono nelle zone portuali, comprese associazioni, centri sportivi ed attività legate al mondo della ristorazione o dell’intrattenimento, sono stati effettuati già dei sopralluoghi a cui sono seguiti reportage fotografici ed approfondimenti tecnici tesi a stabilire eventuali abusi edilizi, eventuali illeciti amministrativi e procedurali, ma anche concessioni demaniali. Dagli stabilimenti balneari l’inchiesta si è poi allargata a macchia d’olio, coinvolgendo anche le aree portuali, dove gli iter autorizzativi e procedurali da approfondire sono molto più complessi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Salerno: San Matteo ed il miracolo dei leoni del Duomo

Attualità

Vaccinazioni in Campania, al via le adesioni degli “over 60”

Attualità

Covid-19: la Campania verso la conferma in zona rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento