Atrani, ubriaco alla guida di una barca travolge a affonda un gozzo

Ferito e sotto choc il pescatore sul piccolo gozzo: il giovane alla guida dell'imbarcazione che lo ha travolto era sotto effetto di alcol e cocaina. Ora rischia fino a 12 anni

L'imbarcazione

Dramma sfiorato, domenica sera, in costiera: un pescatore è stato coinvolto in un grave sinistro marittimo, alle ore 19.45 circa. Ha destato allarme, la segnalazione lanciata alla Capitaneria di Porto di Salerno, circa la collisione tra due imbarcazioni nelle acque antistanti il comune di Atrani. I militari sono subito intervenuti sia via mare, con il battello GC A08 e la motovedetta M/V CP854, che via terra, con il personale dell’Ufficio Locale Marittimo di Amalfi. In pochi istanti i soccorritori sono giunti sul posto, trovando davanti agli occhi una scena apocalittica: un’unità semi-affondata, rottami della stessa ed un pescatore ferito che si trovava in acqua ancora in stato di choc.

Il suo gozzo in legno di circa 4 metri, era stato infatti travolto ed affondato da un’unità da diporto di circa 8 metri che vi era letteralmente passata sopra, frantumandone entrambe le murate. Pochi istanti prima dell’urto, il pescatore aveva provato in ogni modo a richiamare l’attenzione di quell’unità che sfrecciava nella sua direzione, ma ogni tentativo è stato vano, anche a causa dello stato psicofisico alterato di chi era al comando dell’altra imbarcazione: lì, infatti, si trovava un giovane di circa 30 anni che, a seguito di accertamenti della guardia costiera, è risultato positivo all’alcol test e alla cocaina. Immediatamente è scattata la denuncia nei confronti del ragazzo, a cui già nel 2006 e nel 2011 era stata ritirata la patente per guida in stato di ebbrezza. Grazie ad un lavoro minuzioso di indagine durato tutta la notte, è stato possibile ricostruire la dinamica e individuare in modo preciso cause e responsabilità del sinistro. L’autore del gesto, che ha provato a negare ogni coinvolgimento nell’incidente, è stato inchiodato però dalle telecamere di alcuni esercizi commerciali della zona e rischia ora fino a 12 anni di reclusione per l’accusa di naufragio.

Potrebbe interessarti

  • Salerno: 5 locali perfetti per trascorrere una serata in riva al mare

  • "Aiuto, la strada è infestata dai serpenti": allarme dei residenti a Calata San Vito

  • Invasione di insetti rossi a Salerno: la gente scappa dal lungomare

  • Il mare più bello d'Italia è quello di Pollica e del Cilento Antico: parola di Legambiente e Touring Club

I più letti della settimana

  • "Do 1000 euro a chi restituisce il cellulare alla mamma di Alessandro": l'appello di un nostro lettore

  • Dramma a Nocera, precipita dal tetto di una scuola: muore operatore

  • Salerno: 5 locali perfetti per trascorrere una serata in riva al mare

  • "Aiuto, la strada è infestata dai serpenti": allarme dei residenti a Calata San Vito

  • Festeggiano il matrimonio in un ristorante ma non pagano il conto: neo sposini nei guai

  • Sole, mare e panorami mozzafiato: i Giardini del Fuenti incantano grandi e piccini

Torna su
SalernoToday è in caricamento