menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La stazione di Pontecagnano

La stazione di Pontecagnano

Tragedia a Pontecagnano, morto senzatetto alla stazione ferroviaria

L'uomo era senza fissa dimora e sembrerebbe dormisse da tempo nella sala d'attesa della stazione. E' stato travolto da un treno in transito. Indagano gli inquirenti

Si chiamava Stefano Pecoraro l'uomo morto nella notte tra martedì e mercoledì travolto da un treno in transito nei pressi della stazione di Pontecagnano. L'anziano, senza fissa dimora, sembrerebbe dormisse, da qualche tempo, nella sala d'attesa dello scalo ferroviario picentino. E' ancora mistero sulle cause della morte dell'uomo: in un primo momento si era pensato subito ad un gesto estremo, ma gli inquirenti non hanno ancora chiarito le esatte dinamiche di quanto accaduto.

Secondo una prima ricostruzione dell'accaduto l'uomo si sarebbe trovato, nella notte, lungo i binari ferroviari, a poca distanza dalla stazione, tra lo scalo ferroviario e il passaggio a livello di via Cristoforo Colombo. Suicidio o tragica fatalità? L'uomo è stato travolto da un treno in transito e il suo corpo è stato trovato solamente intorno alle 8 del mattino, quando è stato notato da alcuni viaggiatori che iniziavano ad affollare la stazione.

Secondo un'altra ipotesi l'uomo sarebbe stato "risucchiato" dal vuoto d'aria creato dal passaggio del treno e non avrebbe quindi avuto scampo. Saranno gli investigatori a chiarire quanto accaduto. La notizia della morte ha scosso non poco la comunità picentina: tempo fa l'uomo si era accampato in una "baracca realizzata artigianalmente" davanti al comune per chiedere un alloggio. Di lui ora resta solamente la bicicletta con la quale si spostava per le strade cittadine.

 

 

 

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento