Cronaca

Merci contraffatte sul lungomare, Cammarota incontra la comunità dei senegalesi

Niang per avere spazi adeguati, ha proposto di utilizzare più aree a turnazione interna, e quindi anche quella assegnata dal Comune sul lungomare Marconi, ed altre tra le quali i giardini de La Carnale

L'incontro

Riflettori puntati sul mercato delle merci contraffatte sul lungomare di Salerno: su richiesta della comunità senegalese si è tenuto un incontro presso la sede dell’associazione La Nostra Libertà tra il Presidente Daouda Niang e Antonio Cammarota, consigliere comunale di Salerno e Presidente della Commissione Trasparenza.

Alla presenza del presidente La Nostra Libertà, Marcello Villecco, e del legale dell’associazione, Assunta Di Marco, Cammarota ha ribadito l’esclusione di ogni profilo xenofobo, precisando che la denuncia è contro l’illegalità di abusivi e l’occupazione illecita di suolo pubblico, ma non contro gli extracomunitari che rispettano la legge. Niang ha ringraziato Cammarota, condividendo l'impegno contro la contraffazione e l’illegalità e ribadendo che i senegalesi venderanno solo prodotti etnici. Infine, la proposta di Niang per avere spazi adeguati, di utilizzare più aree a turnazione interna, e quindi anche quella assegnata dal Comune  sul lungomare Marconi, ed altre tra le quali i giardini de La Carnale.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Merci contraffatte sul lungomare, Cammarota incontra la comunità dei senegalesi

SalernoToday è in caricamento