Inquinamento a Salerno, l'appello del sindaco: "I termosifoni vengano tenuti bassi"

Il primo cittadino Napoli sta valutando l'ipotesi di emettere un'ordinanza con le istruzioni per l'utilizzo dei riscaldamenti in case e uffici

Il Comune si prepara a correre ai ripari dopo gli ultimi dati sull’inquinamento in città. Il sindaco Vincenzo Napoli, infatti, sta valutando l’ipotesi di emettere una ordinanza che dia istruzioni ai cittadini e agli uffici pubblici sull’uso dei riscaldamenti. In questi giorni sono in corso verifiche da parte degli uffici comunali e dell’Arpac sulla funzionalità della centralina di Mercatello che sta rilevando indici di presenza nell’aria di polveri sottili fuori controllo.

L’annuncio

A margine di una cerimonia per i sessant’anni di storia della scuola “Medaglie d’Oro”, il primo cittadino ha annuncia che disporrà un lavaggio straordinario delle strade. Ma non solo. “Stiamo seguendo i dati che arrivano ora dopo ora – dice Napoli – immediatamente disporrò il lavaggio delle strade e chiederò ad uffici pubblici, scuole e cittadini di tenere bassa la manopola dei termosifoni”. L’appello, dunque, è quello di limitare le emissioni dagli impianti di riscaldamento domestici e pubblici, perché l' inquinamento dell’aria non dipende solo dallo smog dei veicoli ma anche da questi strumenti.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm 3-4 dicembre: cosa cambierà, le anticipazioni

  • La strage del Covid-19: muore nella notte 33enne incinta, Nocera piange Veronica

  • In arrivo nubifragi in Campania: le previsioni meteo per Salerno e provincia

  • Beccato alla guida senza mascherina: multato conducente in autostrada

  • Morte di Veronica, la Lucarelli contro un giornalista locale: "Era importante specificare che fosse innamorata?"

  • Riapertura scuole in Campania, tamponi su docenti e alunni: De Luca firma l'ordinanza

Torna su
SalernoToday è in caricamento