rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca Roccadaspide

Roccadaspide, intossicazione in gita: la testimonianza dei genitori

Si è dovuto recare a Firenze per recuperare il figlio, il signor Pasquale Doto: "A mio figlio hanno dovuto iniettare tre flebo"

"E' stata un'esperienza negativa che non dimenticheremo facilmente". Queste le parole di Pasquale Doto, papà di Giandomenico, tra gli alunni della scuola "Dante Alighieri" di Roccadaspide, vittime dell' intossicazione durante la gita a Firenze. E' dovuto recarsi presso l'ospedale di Borgo San Lorenzo a prendere suo figlio, Doto: "Sono tornato oggi da Firenze - racconta il genitore - Mio figlio mi aveva telefonato sabato sera, per avvisarmi che alcuni dei suoi compagni di scuola, con lui in gita, erano stati ricoverati per un'intossicazione alimentare".

Purtroppo, però, neppure Giandomenico è scampato alla gastroenterite: "Ieri mi ha ricontattato: tra vomito, diarrea e dolori è stato ricoverato anche lui. Sono corso a Firenze insieme ad altri genitori - spiega Doto, rivivendo quegli attimi di apprensione - I medici mi hanno detto che è stato necessario effettuare tre flebo, in quanto la gastroenterite era acuta. Ora l'hanno dimesso e siamo tornati in città, ma l'ho portato presso l'ospedale di Roccadaspide per fargli fare altri esami: abbiamo avuto molta paura".

Secondo il racconto di Doto, anche gli insegnanti sono finiti all'ospedale, a Firenze: "Sulle cause dell'intossicazione stanno indagando i Nas e l'Asl di Firenze: attendiamo il riscontro. Ma, ad ogni modo, insieme ad altri genitori coinvolti pretenderò come minimo il rimborso spese  per la gita: ho conservato scontrini e ricevute effettuate per raggiungere mio figlio che, almeno, adesso sta bene".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roccadaspide, intossicazione in gita: la testimonianza dei genitori

SalernoToday è in caricamento