rotate-mobile
Cronaca Angri

Avvelenamento da mandragora, il sindaco di Angri: "Per il momento non mangiate spinaci"

Il primo cittadino: "Nel napoletano già intossicati due nuclei familiari, con un caso grave"

"Si è diffusa la notizia, ancora totalmente da appurare, dell’avvelenamento da mandragora (venduta erroneamente come spinacio) che nel napoletano ha già intossicato due nuclei familiari con un caso grave, e sembra ci siano dei nuovi casi sospetti anche in Abruzzo". Lo ha scritto a mezzo social il sindaco di Angri, Cosimo Ferraioli che, proprio come il primo cittadino di Sarno, Giuseppe Canfora, ha inteso allertare la cittadinanza sul rischio alimentare che sta interessando anche l'Agro-Nocerino-Sarnese.

L'appello di Ferraioli

La mandragora assomiglia molto agli spinaci o alla bietola selvatica e alla borragine, e se non si fa molta attenzione è molto facile confonderla.  Fermo restando che è tutto ancora da accertare, invito i cittadini ad evitare, per il momento, il consumo di spinaci per evitare qualsiasi possibile pericolo. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Avvelenamento da mandragora, il sindaco di Angri: "Per il momento non mangiate spinaci"

SalernoToday è in caricamento