rotate-mobile
Mercoledì, 5 Ottobre 2022
Cronaca

Intossicazione dal parrucchiere: Cna regala dei buoni omaggio a mamme e bimbi coinvolti

In attesa che l’indagine avviata dai carabinieri di Salerno faccia chiarezza sull’episodio e sulle eventuali responsabilità, la sigla che rappresenta il mondo degli artigiani della bellezza ha messo a disposizione delle vittime dell’episodio (due mamme e due bimbi) un carnet di trattamenti omaggio presso alcuni saloni associati a Cna Salerno

“Ho avuto paura, non andrò mai più dal parrucchiere“: lo ha detto Nunzia, la giovane mamma che con il suo bimbo ed in attesa di un altro piccolo è stata costretta a ricorrere alle cure dei sanitari per un’intossicazione da monossido di carbonio, causata, presumibilmente dal malfunzionamento della caldaia del salone di acconciatura dove si era recata. Non è rimasta indifferente l’Unione Benessere e Sanità di Cna Salerno che rappresenta i parrucchieri: in attesa che l’indagine avviata dai carabinieri di Salerno faccia chiarezza sull’episodio e sulle eventuali responsabilità, la sigla che rappresenta il mondo degli artigiani della bellezza ha messo a disposizione delle vittime dell’episodio (due mamme e due bimbi) un carnet di trattamenti omaggio presso alcuni saloni associati a Cna Salerno.

Il gesto

“Solo un piccolo gesto a difesa di quella parte della categoria che ogni giorno compie sacrifici sul piano economico e professionale per rispettare le norme e tutelare clienti e dipendenti- ha spiegato Massimo Selce, presidente dell’Unione Acconciatori Cna Salerno- la sicurezza e la professionalità hanno un costo che inevitabilmente si traduce nella spesa necessaria per una messa in piega. Come Cna Salerno invitiamo a diffidare da chi pratica prezzi troppo bassi, dietro i quali può celarsi un mondo di regole non rispettate”. L’associazione che da tempo ha fatto propria la battaglia contro il lavoro sommerso e l’abusivismo nel settore del benessere ha colto l’occasione del recente episodio di cronaca per evidenziare che la differenza tra una messa in piega a 12 euro e una a 6 euro è nella garanzia che si offre al cliente in termini di sicurezza e rispetto della salute.

Parla Casola

“Il controllo delle caldaie, dei sistemi di refrigerazione,  della disinfestazione di strumenti e locali ed il rispetto dei contratti di lavoro dei dipendenti sono tutti nel prezzo finale che si riserva ai clienti- ha fatto notare Sergio Casola, presidente regionale e vice presidente nazionale dell’Unione Benessere e Sanità - Regaleremo alle due mamme coinvolte un pacchetto di trattamenti omaggio da acconciatori che rispettano i costi aziendali e tutte le norme”.  Allo stesso tempo l’associazione è pronta a prendere sotto la sua ala protettiva il salone protagonista della vicenda. “Offriamo una consulenza gratuita con i nostri esperti per tutte le informazioni su sicurezza, obblighi di legge e quanto possa essere utile a verificare eventuali irregolarità e a sanarle- ha aggiunto Luigi Marchitiello, in rappresentanza degli acconciatori dell’Agro nocerino sarnese- sono purtroppo momenti non facili per tutte le aziende ma nessuna crisi o difficoltà deve giustificare un risparmio sulla sicurezza che resta e deve restare prioritaria”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Intossicazione dal parrucchiere: Cna regala dei buoni omaggio a mamme e bimbi coinvolti

SalernoToday è in caricamento