"Benessere equo e sostenibile": l'indagine dell'Istat

L'indagine riguarda Salute, Istruzione e formazione, Lavoro e conciliazione dei tempi di vita, Benessere economico, Relazioni sociali, Politica e istituzioni, Sicurezza, Paesaggio e patrimonio culturale, Ambiente, Innovazione, ricerca e creatività

La mappa della raccolta differenziata

Per la prima volta l'Istat ha pubblicato un sistema di indicatori del benessere equo e sostenibile riferito alle 110 province e città metropolitane italiane. I dati sono il primo risultato del progetto Misure del benessere equo e sostenibile dei territori avviato dall'Istat per costruire e alimentare regolarmente un sistema di indicatori utili a soddisfare la domanda di informazione statistica territoriale, coerenti e integrati con il framework Bes adottato a livello nazionale.

Gli indicatori

Gli indicatori statistici, 61 in totale, sono stati articolati in 11 domini: Salute; Istruzione e formazione; Lavoro e conciliazione dei tempi di vita; Benessere economico; Relazioni sociali; Politica e istituzioni; Sicurezza; Paesaggio e patrimonio culturale; Ambiente; Innovazione, ricerca e creatività (prima denominato Ricerca e innovazione).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I dati

Dall'analisi dei dati statistici si nota un miglioramento globale in molti domini del benessere anche se le differenze territoriali tra Nord e Sud caratterizzano, pur con varia intensità, tutti i domini e sono piuttosto persistenti nel tempo. Per quanto riguarda la nostra provincia si posiziona in alto, insieme a quella di Avellino in Campania, per quanto riguarda la raccolta differenziata (61%) che risulta in linea con la media delle province del Nord Italia ed in basso per quanto riguarda le organizzazioni no profit ed il volontariato insieme a Napoli e Caserta in Campania e diverse province pugliesi, calabresi e siciliane.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Salerno non è turistica: ha solo la fortuna di essere tra 2 costiere", la amara denuncia di un lettore

  • Siano grida al miracolo, la Madonna "appare" in chiesa: parla il sindaco

  • Svuotava le slot machine con il trucco del "pesciolino": arrestato 19enne salernitano

  • Caso sospetto di Covid-19 a Salerno, medico del 118 in isolamento

  • Mare con schiuma gialla e meduse morte tra Pontecagnano e Battipaglia

  • Sole, mare e relax per il ministro Luigi Di Maio a Palinuro

Torna su
SalernoToday è in caricamento