Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Arrestati due ladri della banda del buco: 73 colpi in abitazione, anche nel salernitano

Le indagini sono partite a seguito di sette furti avvenuti in sequenza lo scorso 18 febbraio a Camerano, all'interno di abitazioni contigue ed a ridosso della corsia nord dell’Autostrada A14

Sono stati fermati nella serata di mercoledì tra Casaluce e Santa Maria Capua Vetere i due albanesi, di 36 e 32 anni, accusati, assieme ad altri complici di ben 73 furti in abitazioni, anche nel nostro territorio. I colpi, infatti, sono stati messi a segno tra Marche, Umbria e Campania. Le indagini durate sette mesi sono state condotte dai carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Osimo (Ancona) ed hanno consentito di individuare una banda, radicata nella provincia di Caserta, specializzata nei furti all’interno di appartamenti con la tecnica del foro.

Il modus operandi

Come riporta AnconaToday, dei 73 furti ben 36 sono stati messi a segno nelle Marche (17 solo nella provincia di Ancona), 3 in Umbria (tutti a Foligno) e 34 in Campania, tra le province di Salerno e Avellino. Le indagini sono partite a seguito di sette furti avvenuti in sequenza lo scorso 18 febbraio a Camerano, all'interno di abitazioni contigue ed a ridosso della corsia nord dell’Autostrada A14. Poi nei giorni successivi e con lo stesso modus operandi, la banda ha colpito in altri appartamenti riuscendo ad entrare nelle case dopo aver fatto dei fori sui telai delle porte o delle finestre. A quel punto, dopo aver fatto razzia degli oggetti di valore, fuggivano utilizzando la vicina arteria autostradale.  I militari hanno quantificato il bottino in circa 200mila euro. In corso ulteriori accertamenti: è caccia ai complici.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestati due ladri della banda del buco: 73 colpi in abitazione, anche nel salernitano

SalernoToday è in caricamento