Capaccio, i carabinieri arrestano un latitante: si era nascosto in pineta

L'uomo era destinatario di un ordine di carcerazione emesso lo scorso luglio dal Tribunale dei minori di Salerno per furti aggravati commessi cinque anni fa. Era fuggito e si era accampato in tenda

L.A., pregiudicato 19enne di nazionalità italiana ma di origini slave è stato arrestato dai carabinieri nella pineta di Capaccio dove si era accampato. L'uomo era destinatario di un ordine di carcerazione emesso lo scorso luglio dal Tribunale dei minori di Salerno per furti aggravati commessi cinque anni fa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I dettagli

Da quel momento si era reso irreperibile e la sua latitanza è durata due mesi. I carabinieri lo hanno trovato in pineta: si era nascosto in una tenda per sfuggire alla cattura. Dovrà scontare 2 anni e 4 mesi di reclusione presso il carcere minorile di Nisida.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, nuova ordinanza della Regione Campania: confermate le restrizioni

  • Campania: dietrofront sulla scuola, non riaprono neppure le elementari

  • Covid-19: torna l'autocertificazione in Campania, all'orizzonte un nuovo decreto di Conte

  • Superenalotto, la Dea bendata bacia Salerno: vinti 25mila euro

  • Covid-19: il coprifuoco inizia venerdì, De Luca denuncia la mancanza di personale sanitario

  • Ordinanza anti-Covid di De Luca, i commercianti bloccano via Roma: "Il sindaco scenda dal Comune"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento