Cronaca

Consorzio di Bacino, Fasano presenta interrogazione parlamentare

Atto di sindacato ispettivo inviato al Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali e al Ministro dello Sviluppo Economico per chiedere un intervento risolutore per la vertenza dei lavoratori intercantieri del Consorzio di Bacino Salerno 2

"Ho provveduto a presentare un atto di sindacato ispettivo al Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali e al Ministro dello Sviluppo Economico per chiedere un intervento risolutore per la vertenza dei lavoratori intercantieri del Consorzio di Bacino Salerno 2". Lo ha annunciato il coordinatore provinciale di Forza Italia Salerno e parlamentare Enzo Fasano.

La crisi

"Al momento, 62 dipendenti rischiano di perdere il posto di lavoro in quanto non ancora assorbiti dai comuni consorziati – spiega il deputato forzista -. Analoga problematica riguarda anche i dipendenti dei Consorzi di Bacino Salerno 1, Salerno 3 e Salerno 4. Attraverso l’interrogazione parlamentare presentata, ho chiesto di verificare se i vari Enti abbiano proceduto ad assorbire il personale nel rispetto delle priorità e delle precedenze stabilite dalle normative nazionali e regionali vigenti, considerato che negli  ultimi tempi diversi Comuni hanno proceduto ad assumere maestranze nel ciclo integrato dei rifiuti. Ho chiesto soprattutto di sapere quali misure intendano adottare i Ministri competenti per indurre i Comuni ad adempire al proprio compito nel minor tempo possibile, garantendo da un lato il rispetto delle regole e dall’altro continuità lavorativa ai dipendenti dei Consorzi di Bacino della provincia di Salerno".

La protesta

Il passaggio delle unità interinali alla Salerno Pulita ha innescato un effetto domino anche presso altre realtà. In mattinata la tensione era ritornata altissima, anche alla luce di alcune notizie di stampa relative alla opposizione di alcune sigle sindacali alla procedura che dovrebbe ricollocare unità lavorative provenienti dai Consorzi di Bacino, dopo la richiesta di selezione per 8 lavoratori, inviata dalla Società NoceraMultiservizi srl al CoRiSA/2. "Alcune sigle sindacali - è scritto nella nota stampa inviata dai lavoratori Intercantieri Bacino Salerno 2 - si sarebbero opposti per dare seguito, invece, all’assunzione di unità interinali". Parole durissime da parte dei lavoratori: "Ancora una volta  danneggiati i lavoratori intercantieri e il personale amministrativo di Scavate Case Rosse. Le sigle sindacali parlano linguaggi diversi quando facciamo gli incontri che riguardano la nostra sorte lavorativa. Ci dissociamo e condanniamo questo atteggiamento double/face che ferisce la dignità degli “aventi diritto”. Sconcertante il silenzio della Regione Campania e di Presidente e Direttore Generale del costituito EDA".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consorzio di Bacino, Fasano presenta interrogazione parlamentare

SalernoToday è in caricamento