Viabilità, il Comune di Agropoli "sostituisce" la Provincia

Il sindaco Alfieri: "Dall’amministrazione provinciale abbiamo registrato solo rimbalzi burocratici"

Alfieri

Al via, i lavori per messa in sicurezza dello svincolo Agropoli Nord della strada provinciale 430, chiusa dallo scorso gennaio a causa della caduta di massi. Solo che a realizzarli non sarà la Provincia, ma il Comune di Agropoli: se ne occuperà una ditta specializzata, in adempimento ad una delibera di indirizzo della giunta comunale.

"Dopo aver atteso per mesi un eventuale intervento della Provincia di Salerno – ha spiegato il sindaco di Agropoli, Franco Alfieri – abbiamo deciso di procedere direttamente alla sistemazione del costone roccioso per garantire la riapertura della strada. Dall’amministrazione provinciale, che si è dimostrata ancora una volta incurante ed assente sul territorio, abbiamo registrato solo rimbalzi burocratici anziché un concreto interessamento per risolvere il problema".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In vista della stagione estiva, dunque, il Comune si fa carico dell'importante intervento, nonchè di altri relativi alla manutenzione, alla pulizia e alla segnaletica stradale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torna lo spettro del Covid-19 a Salerno città, la denuncia del Comitato San Francesco e l'appello di Polichetti

  • Sorpresa in Costiera, "Fratacchione" Fazio in vacanza ad Amalfi

  • Dramma a San Cipriano Picentino, uomo si impicca nel cimitero

  • Covid-19: positiva una dipendente bancaria a Salerno

  • Covid-19 alla gelateria Buonocore, il titolare: "Abbiamo chiuso per tutelare i clienti"

  • Covid-19, altri 7 contagi in Campania: i dati del bollettino

Torna su
SalernoToday è in caricamento