menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Costoni rocciosi più sicuri in Costiera: al via i lavori, nessun disagio per gli automobilisti

I lavori consisteranno nell'esecuzione di attività di ispezione, bonifica e disgaggio di parti instabili dei costoni, nell'apposizione di reti in aderenza e nell'installazione di reti paramassi

Sono stati consegnati i lavori di stabilizzazione dei costoni rocciosi sulla SS163 Amalfitana. Finanziati dalla Regione Campania per 5,5 milioni di euro, saranno eseguiti nei territori comunali di Amalfi, Conca dei Marini, Furore e Positano per tutto il periodo d’esodo estivo, senza coinvolgere il piano viabile. Sarà il Raggruppamento Temporaneo d’Imprese Consorzio Stabile Vitruvio S.C.A.R.L. - Impresig S.r.l. con sede in Gioiosa Marea (ME), a portare avanti i lavori di stabilizzazione dei costoni. La consegna è avvenuta presso il Comune di Positano alla presenza di rappresentanti dell’Ente Comunale, della Regione Campania (Ente finanziatore) e dell’Anas (Ente attuatore). I lavori, per i quali è prevista una durata contrattuale di 422 giorni, consisteranno nell'esecuzione di attività di ispezione, bonifica e disgaggio di parti instabili dei costoni, nell'apposizione di reti in aderenza e nell'installazione di reti paramassi sui versanti a monte e a valle della statale.

I dettagli

Obiettivo, dunque, è mitigare il rischio di dissesto idrogeologico nell’intera area. Per tutto il periodo d’esodo estivo, le attività non coinvolgeranno il piano viabile. L’istituzione di  sensi unici alternati o di interdizioni temporanee della circolazione – necessarie per la tipologia delle lavorazioni da eseguire – infatti, prenderanno il via a partire dal mese di settembre, a seguito di condivisione con gli Enti Territoriali. Nel frattempo, le maestranze del Raggruppamento Temporaneo d’Imprese eseguiranno attività preparatorie del cantiere, lavori propedeutici alle attività di disgaggio e comunque tutti gli interventi che potranno essere eseguiti senza particolari impatti sulla circolazione.   

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento