Covid-19, riaprono i cantieri: operai al lavoro ad Angri e sulla Fondo Valle Sele

In particolare, operai in azione, presso lo svincolo di Angri sulla SS268 del Vesuvio. Le attività erano state sospese nella metà del mese di marzo

Dal 4 maggio, riaprono i cantieri: in particolare, operai in azione, presso lo svincolo di Angri sulla SS268 del Vesuvio. Le attività erano state sospese nella metà del mese di marzo per permettere alle imprese di adeguarsi alle prescrizioni in materia di Covid-19. I lavori, funzionali alla messa in esercizio dello svincolo, consistono nella realizzazione della stazione di esazione, dell’impianto d’illuminazione e nel completamento dei tratti terminali delle rampe di raccordo con l’Autostrada.

Il programma

L'ultimazione – prevista entro l’estate prossima – si concluderà con l’intervento più generale attuato da Anas e Regione Campania relativo al ‘Grande Progetto SS268, quale principale via di fuga in caso di “emergenza" per eventi legati alla attività vulcanica e sismica del territorio. L’importo complessivo dell’investimento per la realizzazione di questi ultimi interventi è di circa 4 milioni di euro, che fanno parte dei complessivi 52 milioni di euro, per la realizzazione dell’intero svincolo di Angri, per la quale sono già stati progettati e realizzati lo svincolo stesso, il piazzale del casello di esazione per l’autostrada A3 e la bretella che mette in collegamento il tratto terminale della SS268 “del Vesuvio” con alcune viabilità comunali del salernitano. Intanto, a seguito dell’ultimazione dei tre lavori complementari, come detto prevista entro l’estate prossima, la messa in esercizio dello svincolo avverrà non appena espletate le procedure previste in materia dal competente Ministero, consentendo così la piena fruibilità dell’intera tratta di SS268 dal km 0,000 (comune di Cercola) ed il km 31,000 (comune di Angri e Sant’Antonio Abate) e completando altresì la rete di collegamenti con le autostrade A1, A16, A30.

 

I lavori sulla Fondo Valle Sele

Avviati, inoltre, i lavori di manutenzione programmata per la sostituzione dei giunti di dilatazione in corrispondenza di ponti e viadotti della SS691 Fondo Valle Sele, tra Salerno e Avellino. L’importo complessivo dell’investimento è di oltre 2,5 milioni di euro. I lavori sono stati consegnati da Anas all’Associazione Temporanea d’Imprese, con mandataria l’Impresa di Costruzione Cav. AntonioSantalucia S.r.l. con sede in Salerno Attualmente le attività di sostituzione dei giunti di dilatazione in corrispondenza dei viadotti interessati e il rifacimento della pavimentazione stradale e della relativa segnaletica stradale, stanno interessando un tratto situato nel territorio comunale di Contursi Terme (SA).

Durante lo svolgimento dei lavori saranno attivi restringimenti della carreggiata stradale; per contenere al massimo i tempi d’esecuzione dell’intervento le lavorazioni verranno eseguite anche nelle giornate dei fine settimana, quando possibile, in relazione ai volumi di traffico per ridurre al massimo i disagi alla circolazione stradale. L’ultimazione delle attività è fissata entro il prossimo autunno.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Campania, parte la zona gialla "rinforzata": ecco cosa si potrà fare (e cosa no)

  • Nuovo Dpcm e zona gialla per la Campania: ecco le nuove regole da rispettare

  • Nuovo Dpcm 15 gennaio: ecco cosa dovrebbe cambiare anche in Campania, nelle zone gialle riaprono i musei

  • In Campania il numero dei vaccinati è maggiore dei vaccini arrivati: la Regione si affretta a chiarire

  • Strada ghiacciata, incidente a catena in autostrada a Pontecagnano: quattro i feriti

  • Vaccino ad amici e parenti, indaga la Procura di Salerno: intervengono i Nas

Torna su
SalernoToday è in caricamento