menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Caldoro

Caldoro

Messa in sicurezza, al via le gare relative ai lavori per 12,4 milioni

Intanto, è stata finanziata dalla Regione anche il progetto della "sala operativa interna, gestione del rischio e sistemi di monitoraggio" ai fini della Protezione civile, presentato dalla Provincia di Salerno

Al via le gare relative ai lavori per 12,4 milioni di euro per interventi che riguardano la messa in sicurezza delle strade della provincia di Salerno già approvati dalla Giunta Caldoro. Lo ha annunciato l'assessore regionale ai Lavori pubblici, Edoardo Cosenza. “Ho informato questa mattina il presidente della Provincia di Salerno, Giuseppe Canfora, sulla esecutività della delibera con la quale la Regione ha stanziato le risorse per interventi per la mitigazione del rischio idrogeologico e la difesa del suolo sulle arterie provinciali di Salerno - ha precisato - La Giunta Caldoro mantiene gli impegni e interviene, per sussidiarietà rispetto alla Provincia di Salerno in favore delle comunità locali in difficoltà per i collegamenti viari e, in particolare, del Cilento".

In particolare, per il progetto da 7,2 milioni di euro relativo alla ricostruzione e al consolidamento del viadotto Chiusa nel Comune di Agropoli, è stata prevista una premialità  per chi consentirà le lavorazioni lasciando sempre in uso una corsia, considerata l’enorme importanza della strada di collegamento con il Cilento. “Gli interventi – ha concluso Cosenza –  vengono finanziati mediante i fondi del Por-Fesr 2007/2013 e tengono conto di precise richieste della Provincia di Salerno e si aggiungono a quelli già precedentemente approvati per ulteriori 27,6 milioni di euro. L’attuazione degli stessi è completamente in capo alla Provincia, sia per la progettazione che per la direzione lavori e la realizzazione”. I lavori di messa in sicurezza, ripristino e consolidamento a seguito di dissesti franosi, dunque, riguardano Agropoli, Vallo della Lucania, Celle di Bulgheria, Castellabate, Roccagloriosa e Torre Orsaia, Camerota, Licusati e la SR ex SS 562, Pollica;, Montecorvino Rovella, la SP 93 tra i comuni di Rofrano e Alfano. E ancora la SP 13 dal comune di Stio Cilento in località Venatore nei comuni di Stio Cilento, Magliano Vetere, Monteforte Cilento, nonchè verranno effettuati i lavori di ricostruzione parziale e di consolidamento strutturale del Viadotto Chiusa sulla strada a scorrimento veloce SP 430 variante alla SS18, nel Comune di Agropoli.

Intanto, è stato finanziato dalla Regione Campania anche il progetto di prevenzione dei rischi naturali e antropici per il potenziamento della sala operativa interna, gestione del rischio e sistemi di monitoraggio ai fini della Protezione civile, presentato dalla Provincia di Salerno nell’ambito della programmazione POR FESR 2007/2013. Il progetto, finanziato per 285.000 euro, prevede l’acquisizione di modernissimi sistemi informatici di rilevazione ed analisi dei dati relativi alla protezione del rischio idrogeologico innanzitutto, ma non solo. La sala operativa della Provincia diventerà così il terminale di informazioni che costituiranno un insostituibile strumento di supporto sia a tutte le attività di prevenzione e di gestione delle emergenze, sia alle attività di programmazione e manutenzione della rete stradale e alle attività di controllo ambientale. Verranno installate anche postazioni con sistemi di controllo di frane e altre emergenze ambientali che invieranno i dati immediatamente alla sala operativa, rendendo l’attività più rapida ed efficace. “Sono particolarmente soddisfatto per l’esito positivo di questa nostra richiesta di finanziamento regionale, in un ambito che, come è risaputo, riceve la mia attenzione prioritaria. Gli eventi di questi giorni, che si aggiungono ad una condizione di precarietà ambientale dell’intero territorio provinciale - ha detto il Presidente Giuseppe Canfora - ci confermano quanto sia necessario un efficace sistema di prevenzione e gestione della protezione civile. La prossima settimana sarà firmata la relativa convenzione presso la Regione Campania e si darà il via rapidamente all’iter di realizzazione del progetto, che, voglio sottolinearlo, è stato fra quelli proposti dalle Province campane, quello finanziato con la cifra più significativa”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento