Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca

San Giovanni di Dio e Ruggi D’Aragona, al via gli interventi di edilizia sanitaria: le novità

La azienda San Giovanni di Dio e Ruggi D'Aragona risulta in crescita e, soprattutto, in continua evoluzione ed ammodernamento: in tale ottica si è finalmente messa la parola fine alla triste vicenda dell'assenteismo

La Direzione Generale dell’Azienda Ospedaliera Universitaria San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona di Salerno ha reso noto che il Commissario ad Acta per il piano di rientro ha approvato il programma di interventi di edilizia sanitaria da effettuare al Plesso Ruggi. Autorizzati, dunque, gli interventi per quanto attiene le sale operatorie, la rianimazione, la centrale di sterilizzazione  e l’area esterna all’area parcheggio per l’accesso all’ospedale. Inoltre, è molto avanzata la fase per ottenere l’approvazione dalla Regione dei Por Campania 2014/ 2020 per la promozione dell’ecoefficienza e della riduzione di energia primaria. Con tali fondi si realizzeranno vari interventi: sul plesso da Procida un Cappotto termico, la cogenerazione ed un impianto fotovoltaico, mentre, sul  Plesso Ruggi, la cogenerazione e la trigenerazione. Ieri mattina, poi, si è svolta la prima verifica trimestrale dell’anno, molto importante in quanto la valutazione è incentrata sul preconsuntivo dell’anno appena concluso: l’AOU di Salerno registra un avanzo di 4 milioni e mezzo di euro. Il dato, seppur assolutamente provvisorio, è tuttavia già molto significativo dal punto di vista gestionale in quanto è indice di un percorso “virtuoso” di riequilibrio avviato dall’Azienda. Occorre, infatti, ricordare che la Regione Campania ha inserito questa AOU tra quelle in “piano di rientro”. Non trascurabile, infine, è anche l’aumento degli investimenti realizzato nel medesimo esercizio 2016, che ha fatto registrare investimenti in attrezzature sanitarie per oltre 3,7 milioni di euro.

Sbloccate, ancora, tutte le procedure per l’acquisizione di beni e servizi. E sono in corso con tutte le gare più importanti per i servizi di vigilanza, pulizia ed altro, sono stati eseguiti interventi anche su aspetti che  potrebbero sembrare meno importanti, come la circolazione all’interno del Ruggi, l’area parcheggio, la  sistemazione del Cup, ma che, invece, sono rilevanti perché fanno comprendere quanto l’Azienda tenga in considerazione l’accoglienza all’utenza e ai malati. E’ stata creata, a seguire, un’area Cup destinata ai pazienti al piano terra a cui possono accedere anche le donne gravide e le persone anziane ed è stato realizzato il nuovo reparto di neurochirurgia. Sono stati messi a norma i servizi igienici per la pediatria, sono in via di adeguamento i servizi igienici in molti altri reparti nonostante la vetustà dell’ospedale ed è stato realizzato il condizionamento per la chirurgia generale, la chirurgia d’urgenza e tanti altri reparti. Infine, si sta realizzando il rooming in i cui lavori sono in fase avanzata e si conta di terminarli nei termini prefissati, sono state informatizzate le liste d’attesa, sono stati espletati tre concorsi da primario, si è in procinto di pubblicare almeno altri cinque o sei concorsi per Direttori di Struttura Complessa ed è stato reclutato personale infermieristico, operatori socio sanitari, medici anestesisti, ortopedici radiologi medici di medicina d’accettazione e chirurgia d’accettazione e d’urgenza. Si può dunque affermare che l’A.O.U. San Giovanni di Dio e Ruggi D’Aragona è un’azienda in crescita ma, soprattutto, in continua evoluzione ed ammodernamento: in tale ottica si è finalmente messa la parola fine alla triste vicenda dell’assenteismo, realizzando un sistema che è unico tra le aziende pubblico italiane, alias la rilevazione biometrica.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Giovanni di Dio e Ruggi D’Aragona, al via gli interventi di edilizia sanitaria: le novità
SalernoToday è in caricamento