menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Città della Medicina: botta e risposta tra sindaco e Lega sui lavori e il cedimento di asfalto

Valiante: "Il cedimento di asfalto nella pavimentazione stradale è originato da un’inevitabile azione di assestamento per effetto del transito di veicoli e di eventi meteorici di portata straordinaria come quelli avvenuti in questi due giorni"

Per la pavimentazione definitiva e la completa pavimentazione delle infrastrutture di Città della Medicina, occorrerà attendere il consolidamento del fondo stradale. A renderlo noto, il Comune di Baronissi: "Sono da mesi in corso rilevanti lavori per la realizzazione delle infrastrutture di Città della Medicina. Al momento è stata realizzata una prima parte di condotta fognaria a largo Tre Pizzi.  - si legge nella nota- Il cantiere è in essere e i lavori sono in corso: il cedimento di asfalto nella pavimentazione stradale è originato da un’inevitabile azione di assestamento per effetto del transito di veicoli e di eventi meteorici di portata straordinaria come quelli avvenuti in questi due giorni, che non si esaurirà con oggi. In previsione di ulteriori  assestamenti, è stata difatti volutamente realizzata la sola pavimentazione in binder, provvisoria, senza la successiva posa in opera del tappetino di usura, in quanto sia per la profondità dello scavo che per la presenza delle reti di sotto-servizi, che hanno impedito per molti tratti il costipamento meccanico, si era già preventivata l’evenienza di cedimenti. La pavimentazione definitiva e la completa pavimentazione dell’area saranno dunque realizzati - a distanza di un po’ di tempo - soltanto ad avvenuto consolidamento del fondo stradale".

Il sindaco Gianfranco Valiante, poi, annuncia: "Con l’occasione, in riferimento ad un post pubblicato su una pagina di un gruppo social ed in particolare ad alcuni commenti gravemente diffamatori e lesivi dell’immagine di Amministrazione e Dirigenti dell’Ente, si procederà alla querela dei responsabili".

La replica del  coordinatore cittadino Lega Baronissi e organizzatore provinciale, Antonio Siniscalco

Riteniamo grave l’affermazione per cui il cedimento dell’asfalto, nella zona “Tre Pizzi”, interessata dai lavori fognari a servizio di  Città della medicina , sarebbe stato preventivabile , poiché fisiologico dell’assestamento successivo ai lavori stessi . Come dire, apriamo una strada con il rischio che questa possa essere un pericolo per la incolumità dei cittadini, famiglie, bambini...lungo quella strada , ricordiamolo, c’è anche un parco giochi! 

Parlare di atteggiamenti irresponsabili è dir poco. Assurdo è poi che  oggi non sia stata ancora ripristinata la circolazione in via Aldo Moro, interessata ieri dalla caduta  di alcuni alberi. La strada è un’arteria importantissima per la viabilità, spiega Siniscalco, la sua chiusura sta mettendo in  difficoltà tutta Baronissi. Ricordiamo a tal proposito che gli studi sugli alberi  e sulla loro stabilità non si  fanno quando una gran parte di questi è già venuta giù, ma prima . In questa fase si ripulisce la strada velocemente, per permettere ai cittadini di poterne fruire in modo regolare.

Dunque, la Lega Baronissi, ritiene inaccettabile che "critiche e dissenso all’operato dell’amministrazione non si possano più  esercitare nella Nostra Baronissi nè se ci si siede sugli scranni dell’opposizione, nè se si è rappresentanti di altri schieramenti politici, ne come semplici cittadini, pena querele e intimidazioni più o meno velate". Siniscalco, quindi, conclude: "Esiste ancora la libertà di parola e di pensieri che consentono anche di esprime critiche e disappunti  da cui bisognerebbe essere in grado di apportare i dovuti miglioramenti. Continueremo nella nostra azione per andare nella direzione giusta , quella del benessere di Baronissi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento