menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto archivio

Foto archivio

Lavoro in nero nei campi della Piana del Sele: preso un "caporale", il blitz

Intercettato e denunciato un caporale che faceva lavorare braccianti marocchini in nero. E' ancora in corso un'operazione condotta dagli uomini del Nucleo Carabinieri Ispettorato del lavoro di Salerno e della Compagnia di Battipaglia

Intercettato e denunciato un caporale che faceva lavorare braccianti marocchini in nero. E’ ancora in corso un’operazione condotta dagli uomini del Nucleo Carabinieri Ispettorato del lavoro di Salerno e della Compagnia di Battipaglia: diverse le aziende agricole ispezionate, anche con l’ausilio di un elicottero del 7° Nucleo dei Carabinieri di Pontecagnano, che, dall’alto, ha monitorato la situazione.

In una ditta della zona Spineta di Battipaglia, delle quattro ispezionate sino ad ora, all’arrivo dei Carabinieri, un fuggi fuggi generale, sventato dalla presenza dell’elicottero e dal massiccio impiego di militari: sino ad ora, quattro i lavoratori in nero individuati (tutti di nazionalità marocchina), mentre un loro connazionale, è stato individuato quale intermediatore di mano d’opera abusivo (per lui una denuncia penale ed il sequestro del mezzo, un furgone Iveco Daily utilizzato per il trasporto degli operai).

Ancora approfondimenti per stabilire quanto il caporale venisse pagato dal proprietario per ogni singolo operaio (sembrerebbe che a fronte di un compenso di 42 euro per ogni operaio, a questi venissero corrisposti solo 30 euro giornalieri). Oltre alla denuncia a carico delle aziende ispezionate, sono state irrogate sanzioni amministrative per un importo complessivo pari a 18 mila euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Salerno: San Matteo ed il miracolo dei leoni del Duomo

Attualità

Vaccinazioni in Campania, al via le adesioni degli “over 60”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento