Lavoro nero Vallo della Lucania, scoperti 111 dipendenti non in regola

I lavoratori erano impiegati presso un'attività di commercializzazione di legna da ardere: i finanzieri hanno elevato alla ditta individuale una maxi multa di 1 milione e 200mila Euro

Guardia di finanza

Centoundici lavoratori in nero sono stati scoperti dagli uomini della guardia di finanza della compagnia di Vallo della Lucania: i dipendenti erano impiegati quotidianamente in una ditta individuale di "commercio al dettaglio e all'ingrosso di legna da ardere e pali, nonchè di castagne". L'operazione è stata effettuata nell'ambito dei controlli predisposti dal comando provinciale di Salerno. I finanzieri hanno riscontrato diverse irregolarità che hanno portato all'irrogazione delle sanzioni pecuniarie del caso, che prevedono il pagamento da un minimo di 1500 Euro a un massimo di 12mia Euro per ogni lavoratore in nero, oltre alla quota di 150 Euro per ogni giornata di lavoro irregolare.

In totale, a carico della ditta individuale è stata irrogata una sanzione di 1 milione e 200mila Euro, sanzione relativa alle oltre 5800 giornate lavorative irregolari scoperte dalle fiamme gialle vallesi in seguito all'analisi di documentazione extra - contabile rinvenuta presso i locali dell'attività commerciale.

 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I clan attivi in provincia di Salerno: nuova relazione dell'Antimafia

  • Blitz a Casa Campitelli di Pagani, scoperta "azienda" della droga: 13 arresti

  • Dramma a Cava, giovane precipita dal balcone e muore

  • Arancini, crocche e specialità siciliane: inaugurata "Mizzica" a Salerno

  • Chiudono le edicole, parlano i giornalai: "Con 800 euro non si può vivere"

  • Paura a Battipaglia, rapinato un supermercato: donna ferita

Torna su
SalernoToday è in caricamento