menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto archivio

Foto archivio

Sicurezza e ambulanti: Lega "a passeggio" sul Lungomare

Manifestazione in programma martedì 11 settembre. L'annuncio degli organizzatori: "Nessun intento xenofobo e razzista, invitiamo gli immigrati regolari ad unirsi a noi"

Stamattina il consigliere comunale della LEGA, Giuseppe Zitarosa ha protocollato un'interrogazione diretta al Sindaco di Salerno, Enzo Napoli chiedendo chiarimenti e risposte in merito all'attività degli ambulanti senegalesi in città, "quelli regolari - precisa la nota stampa - per far sì che ricevano un'area dedicata alla vendita e si sblocchi così una situazione che ormai si è incancrenita".

La passeggiata

Domani, martedì 11 settembre, alle ore 18, sul lungomare Trieste a Salerno all’altezza del sotto piazza (Arena del Mare), la LEGA di Matteo Salvini ha organizzato una “passeggiata per la sicurezza e la legalità”. 

Obiettivo

"Vogliamo rivendicare il diritto alla legalità degli italiani e della comunità senegalese regolare - scrivono gli organizzatori nella nota firmata dal segretario provinciale Mariano Falcone, dal coordinatore cittadino Cristian Santoro, gruppo consiliare Giuseppe Zitarosa - La passeggiata servirà a focalizzare l’attenzione sui problemi che attanagliano il lungomare di Salerno: l’abusivismo, la vendita di merce contraffatta e lo spaccio di droga".

L'invito

"All’iniziativa invitiamo la comunità senegalese regolare alla quale il comune di Salerno dopo svariate promesse non ha dato risposte adeguate a richieste legittime, non consentendole di poter avere spazi dove esercitare la propria attività di ambulanti nel rispetto delle leggi e delle normative vigenti. Invitiamo altresì gli italiani e gli immigrati regolari ad unirsi a noi per gridare il loro NO alla presenza di spacciatori di droga e borseggiatori che infestano il lungomare così come a chiedere al comune che rispetti gli impegni presi con la comunità senegalese".

La precisazione

"La nostra marcia non ha alcun elemento di razzismo o xenofobia nei confronti di nessuno, come qualcuno in questi giorni si è affrettato a denunciare. Invitiamo piuttosto costoro ad unirsi a noi nel dare indicazioni per risolvere questo problema piuttosto di fomentare l’odio verso una manifestazione che unisce immigrati regolari ed italiani per difendere i propri diritti, al di là della nazionalità, del colore della pelle e del credo religioso".

                                                                                                   

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Razzo cinese, tra le traiettorie anche la Campania: "Restate a casa"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento