Elezioni 2018, minacce a Vitolo (Lega): "Il prossimo a morire sei tu"

Alcune scritte sono apparse, nel comune di San Rufo, contro il coordinatore leghista del Vallo di Diano. Solidarietà dai dirigenti di Matteo Salvini

La scritta contro Vitolo

Il coordinatore della Lega del Vallo di Diano, Giuseppe Vitolo, è stato minacciato a poche ore dall’apertura dei seggi. Le scritte sono apparse a San Rufo, paese di residenza del giovane dirigente leghista. “Vitolo, il prossimo sei tu” su uno spazio di solito dedicato a manifesti funebri e “Vitolo muori tu e Salvini” in un altro spazio pubblico. Su quanto accaduto è stata presentata denuncia ai carabinieri. A Vitolo la solidarietà del segretario provinciale Mariano Falcone e di numerosi cittadini.

Il suo commento arriva tramite Facebook:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Siamo arrivati alle minacce, solo perché ho un idea ,solo perché ci metto passione, non ho mai ricevuto nulla lo faccio semplicemente con passione ,come ieri che con il vento e il freddo siamo usciti per mettere i manifesti nel nostro territorio, non mi fate paura io vado avanti per la mia strada ,a testa alta e con il sorriso”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Richiamato per la mascherina abbassata, reagisce male: uomo bloccato a Salerno

  • Giù dal quinto piano di casa, dramma a Nocera: muore ragazzo di 16 anni

  • Pastena, palpeggiata nelle parti intime mentre torna a casa: indagini in corso

  • Covid-19, sono 6 i nuovi casi positivi in Campania: 1 contagio ad Eboli

  • Covid-19: oggi solo lo 0,09% dei tamponi positivi, 2 nuovi contagi all'ospedale di Eboli

  • Rissa in pieno centro a Pontecagnano: un giovane in ospedale

Torna su
SalernoToday è in caricamento