Troppa gente alle Poste di via Aversano, il sindaco: "Riaprite l'ufficio del Carmine Alto"

Il sindaco, scrivendo alla Direzione, ha puntato i riflettori proprio sull'ufficio postale più vicino di Via Aversano che ogni giorno si ritrova a dover gestire spiacevoli affollamenti, lunghe code e pericolosi assembramenti

Fila alle Poste di via Aversano

Ha scritto alla Direzione Provinciale per chiedere l'immediata riapertura delle Poste di via Maestro Petroncello, il sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli. Tale ufficio, infatti, serve la zona del Carmine Alto: la chiusura della filiale sta creando numerosi disagi all'utenza, specialmente quella di età più avanzata, e determina preoccupanti assembramenti nell'ufficio postale di via Aversano, l'unico rimasto a servizio della popolazione della zona.

L'appello

Il sindaco, dunque, nella lettera, ha puntato i riflettori proprio sull'ufficio postale più vicino di Via Aversano che ogni giorno si ritrova a dover gestire spiacevoli affollamenti, lunghe code e pericolosi assembramenti e che risulta particolarmente difficile da raggiungere in considerazione delle distanze da percorrere per gli utenti più anziani della Zona Carmine Alto. L’intento principale della seconda fase Covid-19 è quello di favorire un lento e controllato ritorno alla normalità di vita: l'auspicio, dunque, è che le poste di via Petroncello riaprano, per rendere sicuro e controllabile l’afflusso degli utenti, soprattutto nei giorni di pagamento delle pensioni.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Campania, parte la zona gialla "rinforzata": ecco cosa si potrà fare (e cosa no)

  • Nuovo Dpcm e zona gialla per la Campania: ecco le nuove regole da rispettare

  • Strada ghiacciata, incidente a catena in autostrada a Pontecagnano: quattro i feriti

  • In Campania il numero dei vaccinati è maggiore dei vaccini arrivati: la Regione si affretta a chiarire

  • Nuovo Dpcm 15 gennaio: ecco cosa dovrebbe cambiare anche in Campania, nelle zone gialle riaprono i musei

  • Vaccino ad amici e parenti, indaga la Procura di Salerno: intervengono i Nas

Torna su
SalernoToday è in caricamento