Annunciati 4 licenziamenti al quotidiano La Città, solidarietà dal Comune di Salerno

Il Comitato di redazione del quotidiano La Città esprime parere contrario "a ogni ipotesi di licenziamento e ribadisce che i tagli avviati con il documento aziendale non trovano alcun fondamento nei dati contabili della Edizioni salernitane"

"Nello stesso giorno in cui applica un ulteriore aumento al prezzo di copertina (portandolo a un importo superiore a quello del principale concorrente), la Edizioni Salernitane srl annuncia un piano di quattro licenziamenti che è l'ultimo atto di un progetto preordinato volto allo smantellamento dell'attuale redazione composta da tredici giornalisti". E' quanto rende noto il Comitato di redazione del quotidiano La Città che esprime parere contrario "a ogni ipotesi di licenziamento e ribadisce che i tagli avviati con il documento aziendale non trovano alcun fondamento nei dati contabili della Edizioni salernitane (come emerge dal saldo attivo dell'ultimo conto di esercizio depositato in Camera di commercio) e che negli ultimi due anni i giornalisti hanno acconsentito a enormi sacrifici economici che hanno permesso all'azienda cospicui risparmi sul costo del personale".

La denuncia

Secondo quanto fanno sapere i giornalisti della testata salernitana, "a fronte di ciò l'azienda ha invece continuato ad avere atteggiamenti dubbi, drenando risorse in favore di progetti editoriali riferibili ad altre sigle societarie. È quindi evidente come i licenziamenti annunciati ieri siano frutto di un progetto precostituito, avviato già nel 2017 con la cessione della testata a una società  fiduciaria (con proprietà schermata) e culminato ora con la stesura di quella black list che il precedente direttore responsabile, nel suo editoriale di saluto, ha  spiegato di avere reiteratamente rifiutato di stilare".

Indetto lo sciopero

L'appello del Comitato di redazione

Se l'azienda volesse ancora sostenere di avere come obiettivo il mantenimento del prodotto “la Città”, avrebbe il dovere di tornare al tavolo delle trattative sindacali (così come già chiesto anche dagli organismi di categoria), tavolo che ha abbandonato, in maniera unilaterale e immotivata, prima ancora che si iniziasse a discutere di qualsiasi ipotesi di riorganizzazione.

La solidarietà del Comune di Salerno

Il Comune di Salerno segue con particolare apprensione le vicende editoriali che stanno  interessando i giornalisti ed il personale del  quotidiano "La Città". I recenti sviluppi rendono ancora più complicata una situazione nella quale i giornalisti ed il personale hanno già accettato importanti sacrifici conseguendo al tempo stesso rilevanti risultati di vendita e diffusione. Il quotidiano "La Città" svolge nella nostra comunità un indispensabile ruolo di informazione, di critica attenta, di stimolo costante. Un servizio indispensabile che contribuisce  alla nostra crescita civile e democratica.

Auspichiamo che la proprietà possa rivedere le sue decisioni e trovare un punto di mediazione dignitoso e soddisfacente. Per il perseguimento di tale obiettivo, la Civica Amministrazione dichiara fin d'ora la sua totale disponibilità ad ogni utile iniziativa.
 

Parla l'onorevole Gigi Casciello (Forza Italia)

“Esprimo la piena solidarietà e vicinanza agli amici e giornalisti, poligrafici e dipendenti tutti del quotidiano ‘La Città’ di Salerno. Faccio appello alla Società Editrice del quotidiano perché riveda la decisione di procedere a quattro licenziamenti. Il quotidiano ‘La Città’, pur in un momento di forte crisi del settore editoriale, ha confermato un trend positivo nelle vendite in edicola e nella raccolta pubblicitaria, i lavoratori hanno dato la propria totale disponibilità ai sacrifici richiesti dai vertici aziendali anche in termini di revisione dei salari e, mi auguro, che tanto possa essere di aiuto perché si trovi una soluzione ad una vertenza che altrimenti rischia di avere un esito drammatico dal punto di vista occupazionale.

“La vicenda de ‘La Città’, tra l’altro, conferma quanto sia indispensabile una nuova legge per il sostegno all’editoria, ancora di più dopo la soppressione dei fondi per l’editoria ed il progressivo taglio dei fondi per il pluralismo destinati ai quotidiani: una scelta scellerata di questo Governo che si è piegato alle logiche vendicative dei cinque stelle nei confronti dei giornalisti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Nelle prossime ore chiederò al Prefetto di Salerno, Francesco Russo, sempre attento all’emergenze e alle vertenze occupazioni in provincia di Salerno, di convocare un tavolo con le rappresentanze sindacali ed i vertici aziendali”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni 2020 in Campania: lo spoglio e i risultati/La diretta

  • Si laurea a 20 anni con Lode in Ingegneria Informatica: targa per un salernitano

  • Elezioni amministrative 2020: la diretta dello spoglio, i risultati

  • Tromba marina devasta Salerno: alberi sradicati e tegole volanti, paura al "Galiziano"

  • Elezioni regionali 2020: ecco chi è mister preferenze a Salerno città, i più votati

  • Bonus tiroide: di cosa si tratta e come fare per richiederlo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento