menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lite a Battipaglia: lo colpisce all'occhio con un cacciavite e gli ruba l'auto

I militari hanno fermato l'autore di una violenta aggressione avvenuta stamattina. Un giovane, a seguito di una lite con un marocchino, è stato ferito con un giravite ad un occhio

Tensione a Battipaglia: i militari hanno fermato l'autore di una violenta aggressione avvenuta stamattina. Un giovane, a seguito di una lite con un marocchino, è stato ferito con un giravite ad un occhio. I due coabitavano saltuariamente in una casa centrale della cittadina della Piana del Sele, vicino allo scalo ferroviario. Il tutto è nato per via di alcune piccole somme di denaro scomparse dal mobile dove erano state riposte.

Grazie all'allarme lanciato da alcuni residenti della zona, a seguito delle urla udite, subito sul posto è giunto un equipaggio della Radiomobile supportato da militari dell’Aliquota Operativa. I Carabinieri della Compagnia di  Battipaglia hanno accertato che A.M.L. (classe 1997, di etnia marocchina, residente a Battipaglia), pregiudicato, era già destinatario di cattura perché allontanatosi arbitrariamente da una comunità dove si trovava per rapina pluriaggravata ai danni di alcuni supermercati di Battipaglia e per aver rubato diversi scooter. I militari hanno scoperto che l'uomo ha colpito ripetutamente con calci e pugni A.P. del '92, di (classe 1992, di Battipaglia), ferendolo poi con un cacciavite di medie dimensioni in un occhio e fuggendo a bordo dell’auto di proprietà del ferito, al quale aveva sottratto in precedenza le chiavi, facendo, così, perdere le proprie tracce.

Dopo un primo ricovero all’ospedale di Eboli, intanto, il ragazzo ferito è stato trasferito al nosocomio di Nocera per essere sottoposto a un delicato intervento: le sue condizioni si sono aggravate e rischia di perdere l'occhio. Lo straniero, ad ogni modo, è stato fermato dai carabinieri dopo le serrate ricerche delle compagnie di Battipaglia ed Eboli nei Comuni e nelle località della Piana del Sele. Il marocchino è stato beccato ad Altavilla Silentina: alcuni cittadini del luogo, infatti, avendo notato la presenza nel paese di un’auto con un giovane a bordo che procedeva per le strette vie centrali a forte velocità, hanno allertato i Carabinieri che, già in servizio perlustrativo, hanno quindi individuato la vettura, costringendo l'aggressore, poi identificato per l’autore del reato, a fermarsi. Pertanto, al termine di un breve quanto  vano ulteriore tentativo di fuga, A.L. è stato bloccato e condotto presso il Comando, dove i Carabinieri della locale Stazione, in collaborazione con i  Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Battipaglia, lo hanno sottoposto a fermo di indiziato dei delitti di lesioni personali gravissime pluriaggravate e furto. Infine, gli è stato notificato pure l’ordine di cattura emesso dal GIP presso il Tribunale per i Minorenni di Salerno per l'allontanamento arbitrario. L’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato condotto nel carcere di Fuorni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Punta Campanella: avvistato un esemplare di balena grigia

  • social

    Laureana Cilento, consiglieri donano fiori alle piazze del paese

  • social

    Lotto tecnico, continuano le vincite: ecco i nuovi numeri

Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento