rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Cronaca Sarno

Sarno, zio massacrato di botte dai nipoti

L'uomo, 47 anni, era appena tornato dalla Svizzera dove lavora, per trascorrere un periodo a Sarno: è stato atteso e malmenato da due nipoti, probabilmente per contese familiari

Torna in Italia per un periodo di vacanza e viene massacrato di botte dai nipoti: è accaduto nella notte a Sarno. Emigrato in Svizzera per lavoro, un 47enne sarnese fa ritorno nella sua città natale ma, una volta sceso da un pullman che lo ha portato a Sarno da Zurigo, trova ad attenderlo due nipoti, fratelli, M. G. e M. A., rispettivamente 27 e 29 anni, che gli tendono una vera e propria imboscata. I due infatti aspettano il parente e, probabilmente per dissapori legati a contese familiari, lo inseguono con cattive intenzioni: il malcapitato, alla vista dei due, inizia a fuggire ma nella corsa inciampa e viene così raggiunto dai congiunti, che iniziano a colpirlo alla testa e al corpo.

L'uomo viene quindi derubato del portafogli (contentente 900 Euro), di due telefonini e della valigia con la quale era tornato dalla Svizzera. Giunto all'ospedale di Sarno per essere medicato, è stato lo stesso aggredito a raccontare tutto ai carabinieri, che si sono così messi al lavoro per rintracciare i due aggressori. Dopo diverse ore i due fratelli sono stati fermati mentre rientravano al loro domicilio: i militari del reparto territoriale di Nocera Inferiore (agli ordini del tenente colonnello Gianfilippo Simoniello) hanno inoltre recuperato uno dei due telefoni cellulari, il portafogli con solamente i documenti e la valigia. Il tutto è stato restituito all'uomo, che ha riportato una ferita lacero contusa alla testa, una frattura al braccio destro e un trauma cranico con prognosi di 25 giorni. I due aggressori (nelle loro disponibilità anche un bastone macchiato di sangue) sono stati tratti in arresto e condotti presso il carcere di Salerno, zona Fuorni, a disposizione dell'autorità giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sarno, zio massacrato di botte dai nipoti

SalernoToday è in caricamento