Divertimento e sicurezza, parla Loffredo: "Assenza di un lassismo passato"

L'assessore comunale al commercio, sollecitato sugli ultimi episodi di cronaca nazionale e sui controlli stringenti dei militari del Nas a Sala Consilina e in precedenza tra Salerno e Cava de' Tirreni, ha parlato di sicurezza nei locali e salute come "bene supremo, da tutelare"

Foto Capuano

Controlli a tappeto a Sala Consilina nell'ultimo fine settimana e in precedenza controlli dei militari del Nas in alcuni locali tra Salerno e Cava de' Tirreni. C'è un confine - una linea sottile - tra divertimento e sicurezza ma è un confine da rispettare sempre, perché la tutela della salute e il divertimento in sicurezza sono prioritari. Ne ha parlato stamattina Dario Loffredo, l'assessore al commercio del Comune di Salerno.

Rispetto delle regole

"Quando si fanno rispettare le regole - ha commentato - si tutelano le persone e gli imprenditori onesti. Non ci sono modi per non tutelare e per non danneggiare gli imprenditori. L'unica strada è l'assenza di un lassismo passato. Non c'è nessuna militarizzazione ma solo ripristinare la legalità. Ho fatto il gestore di locali per 27 anni e questo problema della capienza c'è stato sempre. Questo fenomeno deve essere assolutamente debellato. Non basta un mese e poi si ritorna alla normalità. Non bisogna abbassare la guardia. Non è detto che con un numero minore di persone nel locale, la gente si diverta di meno. Anzi, con un numero di persone in meno ci si può divertire lo stesso, si può fare una chiacchiera e bere un drink in compagnia di amici. Abbiamo fatto tanti incontri con gli operatori per educare e sensibilizzare. Ognuno di noi, quando amnministra ha un compito molto più importante che non è a termine, come quello di assessore. E' un compito delicato, che interroga le coscienze: è il compito di padre e genitore. Il mio pensiero va a quelle famiglie marchigiane straziate dal dolore. Tante volte vengono criticate le scelte di un amministratore. Bisogna, invece, essere comprensivi e capire che certe scelte vanno prese per il bene comune, per la salvaguardia e la tutela della salute e delle persone".

Luci d'artista e bilancio dell'Immacolata

"Questo weekend dell'Immacolata è stato un boom: migliaia di turisti, Salerno in vetrina. Alla faccia di qualcuno che diceva luci brutte-luci belle. Le luci si devono vedere accese - ha aggiunto l'assessore - La tendenza, come nella moda e nell'arte, la fa sempre la gente, perché è la gente che detta la linea. Per il tredicesimo anno di fila, i turisti hanno scelto Salerno come città delle Luci. Bellissimo questo weekend con i suoni, i colori della ruota, gli spettacoli per bambini all'Augusteo. Durante le mie passeggiate in città, ho trovato una memoria storica del commercio salernitano. Si tratta di Adolfo Gravagnuolo e mi ha detto che stiamo lavorando meglio dell'anno scorso. Gravagnuolo non è il Vangelo, ma per me che sono un giovane assessore, le sue parole ed i suoi attestati di stima sono importanti. Siamo pronti a fare di più e meglio". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm e zona gialla per la Campania: ecco le nuove regole da rispettare

  • Curiosità, coppia del salernitano si ricongiunge da Maria De Filippi

  • Nuovo Dpcm 15 gennaio: ecco cosa dovrebbe cambiare anche in Campania, nelle zone gialle riaprono i musei

  • Ritorno a scuola, De Luca firma la nuova ordinanza: ecco cosa prevede

  • Vaccino ad amici e parenti, indaga la Procura di Salerno: intervengono i Nas

  • Ucciso a coltellate l'ex pentito Franco Lettieri detto "O' cacaglio": arrestato un 57enne

Torna su
SalernoToday è in caricamento