Luci e divieti: il Comune di Salerno incontra i commercianti

A Palazzo di Città si è discusso delle recenti indicazioni della Prefettura per quanto riguarda tavolini, sedie e somministrazione di bevande

Un momento dell'incontro svoltosi a Palazzo di Città

Stamattina a Palazzo di Città l'assessore al commercio Dario Loffredo ha incontrato i titolari di esercizi commerciali ubicati da piazza Portanova alla chiesa dell'Annunziata, compresa piazza Sedile del Campo. Insieme al direttore del settore Attività Produttive del Comune di Salerno, Alberto Di Lorenzo, e all'ingegnere Gerardo Rizzo, l'assessore ha discusso delle recenti indicazioni della Prefettura e della Questura riguardo l'utilizzo di tavolini e sedie durante Luci d'Artista. E' stato affrontato anche il problema della somministrazione delle bevande in bottiglie di vetro.

La soluzione

"Tenevamo a fare chiarezza sulla circolare emessa da Palazzo di Governo - ha detto Loffredo, al termine della riunione -. Abbiamo chiesto ed ottenuto un approfondimento. Per quanto riguarda l'asporto, se vado in un locale e acquisto una birra, non posso lasciare il locale con la bottiglia in mano ma posso farlo solo dopo che la bevanda è stata servita in bicchiere, materiale in policarbonato o plastica. Quando si consuma al tavolo, la bevanda va servita sempre in bicchiere e può essere usata la bottiglia di vetro, a patto che poi venga immediatamente rimossa dal tavolo e lo steward o il cameriere la tengano in custodia, in un luogo sotto stretta sorveglianza. La soluzione trovata rispetta la sicurezza, dà certezze agli esercizi commerciali ed invoglia il consumatore a bere, ad esempio, un buon calice di vino evitando che la bevanda perda le proprie caratteristiche organolettiche". Per quanto riguarda l'occupazione delle strade con tavolini e sedie, "abbiamo chiesto chiarimenti - prosegue l'assessore comunale al commercio - perché ogni locale ha la sua tipologia e via di fuga. Abbiamo salvato il 90% degli esercizi commerciali. I titolari, però, devono compilare una scheda spiegando chi sono l'amministratore e il cameriere deputato al servizio. I supermercati e gli altri locali che vendono bottiglie in vetro devono, invece, esporre cartelli all'interno e all'esterno dell'esercizio commerciale spiegando che si attengono alla circolare emanata dalla Prefettura e dalla Questura: sono abilitati alla vendita delle bevande in bottiglia e devono espressamente scrivere che il consumo delle bevande non può avvenire in strada ma all'interno delle mura domestiche. Chi trasgredisce rischia grosso". 

Nuova ordinanza

"Gli esercenti sono arrivati in massa, a testimonianza di un problema vero - ha commentato Alberto Di Lorenzo, Direttore Settore Attività Produttive del Comune di Salerno - Abbiamo chiarito la modalità di somministrazione delle bevande al tavolo durante Luci d'Artista. Non sarà tutto vietato ma regolamentato il sistema di somministrazione in vetro nei dehors esterni ai locali di pubblico esercizio. Abbiamo chiarito anche le modalità di vendita per quanto riguarda le bevande da asporto. Sarà emanata una successiva ordinanza comunale che chiarirà meglio tutto". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Campania, parte la zona gialla "rinforzata": ecco cosa si potrà fare (e cosa no)

  • Nuovo Dpcm e zona gialla per la Campania: ecco le nuove regole da rispettare

  • Nuovo Dpcm 15 gennaio: ecco cosa dovrebbe cambiare anche in Campania, nelle zone gialle riaprono i musei

  • In Campania il numero dei vaccinati è maggiore dei vaccini arrivati: la Regione si affretta a chiarire

  • Strada ghiacciata, incidente a catena in autostrada a Pontecagnano: quattro i feriti

  • Vaccino ad amici e parenti, indaga la Procura di Salerno: intervengono i Nas

Torna su
SalernoToday è in caricamento