menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Affidamenti diretti negli appalti di Luci d'Artista, c'è il danno erariale: nei guai 3 dirigenti del Comune

Le indagini della Finanza hanno riguardato gli appalti di forniture ed opere, ma anche le prestazioni rese ed i finanziamenti complessivamente erogati in occazione della decima, undicesima e dodicesima edizione edizione dell’evento

La Procura Regionale della Corte dei Conti per la Campania, al termine degli accertamenti svolti dalla Guardia di Finanza di Salerno, ha riscontrato irregolarità nell’assegnazione dell’appalto per i lavori relativi alla manifestazione “Luci d’Artista”, kermesse natalizia del Comune di Salerno.

Le irregolarità

Le indagini del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria hanno riguardato gli appalti di forniture ed opere, ma anche le prestazioni rese ed i finanziamenti complessivamente erogati in occazione della decima (anno 2015/2016), undicesima (anno 2016/2017) e dodicesima edizione (anno 2017/2018) dell’evento che ormai ininterrottamente dal 2006 si svolge nel capoluogo salernitano, in occasione delle festività natalizie e di fine anno. In particolare – scrive il presidente della Corte Michele Auricchio – “è stata evidenziata l’illegittimità di alcune procedute amministrative, poste in essere da responsabili comunali i quali, relativamente all’assegnazione degli appalti che hanno comportato una spesa complessiva nel triennio di circa 8 milioni e mezzo di euro, hanno frequentemente fatto ricorso ad onerosi affidamenti diretti anziché procedere all’indizione di gare pubbliche, così come ordinariamente previsto dalla normativa di riferimento”. Le indagini finora svolte, dunque, hanno accertato che tale iter procedurale “ha consentito l’affido di lavori e forniture ad un ristretto novero di società, individuate di volta in volta dai dirigenti comunali, in assenza di trasparenti procedure comparative pubbliche, ledendo così anche i principi di efficienza, imparzialità e parità di trattamento che dovrebbero caratterizzare l’agire amministrativo”.

Il danno erariale

Al termine dell’inchiesta, la Procura contabile ha individuato come responsabile del danno erariale accertato, quantificato in circa 850 mila euro, due dirigenti ed un funzionario del Comune di Salerno, nei cui confronti sono stati notificati formati atti di contestazione degli illeciti rilevati.

Le reazioni

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Vendita e Affitto

Bonus affitto 2021: come ottenerlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento