rotate-mobile
Cronaca

Luci d'Artista, Napoli alla Blachere Illumination: "Non c'è sostanza per il ricorso"

Il sindaco di Salerno si mostra tranquillo dopo la notizia che la nota società francese ha impugnato il provvedimento di aggiudica del bando, che ha visto vincitore il gruppo capeggiato dalla Iren

Dopo la presentazione di un ricorso al Tar da parte della “Blachere illumination”, società francese classificatasi seconda al termine della procedura di gara indetta dal Comune di Salerno per le Luci d’Artista, il sindaco Enzo Napoli si mostra tranquillo. E a chi ventila un possibile rinvio della manifestazione, in programma dal 3 novembre, risponde:Chi paventa questa ipotesi si sbaglia. In Italia - si domanda ironicamente - volete negarvi il piacere di un ricorso al Tar? Sembrerebbe una presunzione proditoria. Nel nostro Paese è normale che qualsiasi cosa si faccia ha come allegato il suo ricorso.  Noi però - aggiunte il primo cittadino - abbiamo la tranquillità degli atti compiuti. E non credo che ci saranno particolari problemi. Stiamo seguendo la vicenda con attenzione e zelo”.

Napoli, inoltre, non teme brutte sorprese anche se a presentare ricorso è una società molto importante. “Si tratta di una kermesse a carattere internazionale. Quindi - spiega -  va da se che richiami gruppi agguerriti ed interessati. Se qualcuno ritiene di essere stato vulnerato presenterà il suo ricorso al Tar e noi lo valuteremo. Ma credo che non ci sia la sostanza per il ricorso” taglia corto il sindaco.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Luci d'Artista, Napoli alla Blachere Illumination: "Non c'è sostanza per il ricorso"

SalernoToday è in caricamento