menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Malasanità a Nocera, oltre 1 milione di risarcimento per la morte di Teresa Fortino

La donna, operata all’Umberto I di Nocera Inferiore, dopo l’operazione chirurgica andò incontro a un peggioramento fino al ricovero al Cardarelli di Napoli e alla morte

Quasi un milione e mezzo di euro: questa la cifra del risarcimento cui dovranno provvedere tre medici dell’Ospedale Umberto I di Nocera Inferiore. Spettano alla famiglia di Teresa Fortino, donna morta dopo un intervento alla colecisti nel 2003. Dopo la condanna di omicidio colposo a seguito di una tecnica estremamente invasiva, non giustificata dall’entità della patologia, come ha rivelato Il Mattino, dunque, è stato quantificato il risarcimento.

La donna, operata all’Umberto I di Nocera Inferiore, dopo l’operazione chirurgica andò incontro a un peggioramento fino al ricovero al Cardarelli di Napoli e alla morte. "Nel corso dell’operazione i chirurghi avevano avvicinato pericolosamente il bisturi ad importanti strutture del peduncolo epatico, così provocando una lesione della via biliare principale con ostruzione del ramo destro della vena porta. A carico dei sanitari sussistevano anche profili di colpa omissiva per il mancato approntamento di cure idonee a far fronte al danno prodotto per tale via e segnatamente, a prevenire le conseguenze del mancato drenaggio della bile", si legge sul quotidiano.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Salerno: San Matteo ed il Miracolo della Manna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento