menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lupus, la malattia dai mille volti: banchetti di sensibilizzazione a Salerno

Alcuni volontari parleranno ai cittadini dei sintomi e delle cure necessarie per fronteggiare il Lupus Eritematoso Sistemico. Accadrà sabato dalle ore 17 alle 22 e domenica dalle ore 10 alle 14

Ottobre è il mese della sensibilizzazione sul Lupus Eritematoso Sistemico (LES), una malattia autoimmune che colpisce 50mila persone in Italia. Sabato 26 e domenica 27 ottobre, a Salerno, alcuni volontari parleranno ai cittadini dei sintomi e delle cure necessarie per fronteggiare la malattia dai mille volti, com'è spesso definita. Sabato dalle ore 17 alle 22 e domenica dalle ore 10 alle 14, saranno presenti banchetti informativi presso il Centro Studi Regina Senatore di via Posidoania, a Torrione. Sarà anche possibile effettuare una donazione a sostegno della ricerca.

La malattia


Il Lupus è una malattia cronica, curabile con opportuni trattamenti, assolutamente non contagiosa nè infettiva, che colpisce maggiormente le donne con una prevalenza di 9 malati su 10. Il LES appartiene al gruppo delle malattie autoimmuni. Queste patologie sono provocate da una reazione aggressiva del sistema immunitario dell'individuo contro propri organi o tessuti. Il sistema immunitario normalmente ha la funzione di rispondere all'invasione da parte di microorganismi (per esempio batteri o virus) producendo anticorpi per distruggere gli "invasori". Le malattie autoimmuni compaiono quando queste reazioni sono inspiegabilmente rivolte contro le cellule e i tessuti dell'organismo stesso che, non più riconosciuti come propri, vengono trattati come se fossero sostanze estranee. Il Lupus Eritematoso Sistemico causa disturbi in varie parti del corpo: pelle, articolazioni, reni, sangue ed ogni tipo di tessuto connettivo. 

I dati

Cinquantamila persone in Italia soffrono di LES. Nel 90% dei casi si tratta di donne. "E' la malattia dei mille volti e ne soffro anche io - dice Monica Vertuccio, una delle volontarie che nelle prossime ore sarà impegnata con l'iniziativa dei banchetti di sensibilizzazione - L'esempio che ci viene fatto molto spesso dai dottori è quello di una guerra nella quale si fronteggiano due eserciti, uno a destra e l'altro a sinistra. Nel caso del Lupus, non si riconoscono i soldati del nostro esercito, perché si attaccano tra di loro e si auogestiscono".
 

La ricerca

Il Gruppo LES Italiano, destinatario dei fondi raccolti da parenti e amici in memoria di Lorenzo Re prematuramente scomparso, in occasione del primo anniversario della sua morte, bandisce un premio di 15mila euro per un progetto di ricerca intitolato alla sua memoria. E' possibile partecipare entro il prossimo 30 novembre.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Moderna e Pfizer: ecco cosa cambia da lunedì

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento