Maltempo: alberi e pali sradicati, sventrata una casa a Salerno. Il sindaco fa la conta dei danni

Altri danni sono stati registrati al pattinodromo, all'impianto sportivo Palumbo e nella piazza antistante la scuola Alemagna. Si attende per sapere se sia possibile chiedere lo stato di calamità

Fotoreporter Guglielmo Gambardella

Non solo alberi abbattuti, ma pali dell'Enel sradicati, nonostante il cemento armato delle fondamenta, e una casa resa inagibile con il conseguente sgombero temporaneo dei residenti. Questi sono solo alcuni dei danni provocati dal maltempo, ieri, a Salerno città. A fornire un dettagliato bilancio sulla situazione, il sindaco Vincenzo Napoli: "Abbiamo convocato il Coc, centro operativo comunale, per le verifiche, presieduto dall'assessore Angelo Caramanno: si è trattato di un evento calamitoso evidente, con venti di una potenza impensabile nella zona orientale. Il tornado è giunto fino a Giovi, sradicando pali di cemento dell'Enel con fondazione in cemento armato. Inoltre una casa, nei pressi del parco del Galiziano, è stata sventrata: abbiamo dato accoglienza ai residenti, in attesa dell'intervento di messa in sicurezza dello stabile". Occorre, dunque, attendere di apprendere dal Coc notizie sulla conta dei danni per ipotizzare la richiesta dello stato di calamità alla Regione. "Anche Piero De Luca si sta muovendo in tal senso, dialogando con il Governo, in attesa della verifica definitiva dei danni subiti - continua il primo cittadino - Abbiamo già una serie di azioni in campo sulla sicurezza: per esempio, circa gli aspetti marini, sono state completate le barriere sopraflutto. Stiamo aspettando lo smontaggio della cabine dei lidi per il ripascimento che, al di là della questione estetica, rappresenta un valore importante per la protezione nelle mareggiate".

Gli altri danni

Altri danni sono stati registrati al pattinodromo, all'impianto sportivo Palumbo e nella piazza antistante la scuola Alemagna: "Si sta lavorando in queste ore - incalza Napoli - Abbiamo allertato due imprese private per la somma urgenza al fine di ripristinare la situazione di normalità in tempi brevi. Intanto, la viabilità di fatto è già stata ripristinata, per cui possiamo dire che i grossi problemi sono stati risolti e seguiamo l'evoluzione tramite il Coc". 

La risposta alle accuse

E mentre c'è chi sostiene che la caduta degli alberi sarebbe potuta essere evitata dal Comune, Napoli precisa: "Gli alberi sono attenzionati costantemente: in bilancio ci sono 600mila euro annuali per la manutenzione e abbiamo chiuso i parchi prima ancora del disastro. C'è da considerare che l'ufficio del verde pubblico contava 50 unità, ora le unità sono 12, comprese quelle in ufficio, per cui per strada possono operare solo 6 o 7 operai. Cercheremo ora di verificare, grazie anche al presidente De Luca, se fosse possibile fronteggiare anche questo aspetto della carenza di personale. Noi abbiamo 1 milione e 200mila metri quadri di verde a raso e 22mila essenze arboree piantate: provvediamo alla manutenzione costantemente, a step. Non manca qualche incomprensione, in quanto di fronte al taglio di un albero c'è chi insorge: occorre quindi prima provvedere a monitorare dai nostri agronomi l'arbusto in questione e poi procedere". Il sindaco, infine, fa sapere che sono stati appaltati 400mila euro per le aste torrentizie e che si sta anche facendo fronte al problema del colle Bellaria devastato dagli incendi. "Anche in quel caso, siamo stati accusati di non monitorare abbastanza la zona, ma purtroppo occorre attenzione morale e coscienza. Abbiano chiesto alla Protezione Civile aiuto per recuperare una somma importante per la messa in sicurezza della stabilità del versante: siamo impegnati in varie lotte". In conclusione, in merito a eventuali risarcimenti per i danni subiti ai cittadini, al di là della disponibilità nelle emergenze abitative, il sindaco ha garantito che si procederà a cercare eventuali sostegni in tal senso, al fine di utilizzare tali risorse in modo intelligente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La strage del Covid-19: muore nella notte 33enne incinta, Nocera piange Veronica

  • In arrivo nubifragi in Campania: le previsioni meteo per Salerno e provincia

  • Beccato alla guida senza mascherina: multato conducente in autostrada

  • Ospedale di Scafati, parla un paziente Covid: "Miracoli fatti in Campania? Qui mancano i caschi"

  • Lutto a Buonabitacolo: muore a 35 anni l'Appuntato Scelto Luca Ferraiuolo

  • Decreto del 4 dicembre: che cosa succederà a Natale, le indiscrezioni

Torna su
SalernoToday è in caricamento