rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Cronaca

Alluvione ad Agropoli: i soccorsi arrivano anche da Napoli, interventi in corso pure a Salerno città

Intanto, su tutte le furie per la situazione di rischio, il Codacons, così come la deputata Imma Vietri, la consigliera comunale di opposizione di Agropoli, Elvira Serra e l'onorevole Bicchielli: gli appelli e le denunce

Altri 40 interventi in poche ore in Cilento, da parte dei vigili del fuoco di Salerno: in particolare, i caschi rossi sono stati impegnati in 15 interventi e nel primo pomeriggio hanno registrato altre 70 chiamate da parte di utenti in attesa di soccorso. Il Comando Vigili del Fuoco Salerno ha richiamato personale in servizio per fornire un rapido supporto alla popolazione colpita, inviando i reparti speciali speleo Alpino fluviali, soccorritori acquatici e sistemi di pompaggio per ripulire scantinati e cantine. Inoltre è Giunto sul posto un modulo operativo dal Comando Vigili Fuoco Napoli. Strade, garage e scantinati allagati. È l'effetto della bomba d'acqua che questa mattina ha messo in ginocchio la città: nel cuore della cittadina è esondato il fiume Testene, allagando le zone circostanti e creando forti disagi in particolare al Liceo Classico A. Gatto dove il cortile interno si è riempito di acqua e fango. Stessa situazione alla scuola Media Gino Rossi Vairo, che sorge proprio a ridosso del fiume. Allagate anche le sale del cineteatro De Filippo. Grossi disagi in periferia, sia in zona Moio che in prossimità della frazione Mattine, dove l'acqua ha invaso campi, strade e scantinati.

alluvione agropoli (3)

La nota del Codacons

L'alluvione che ha colpito in queste ore il Comune di Agropoli per l'esondazione del fiume Testene, in ogni caso, secondo il Codacons è un evento del tutto previsto e prevedibile. Il Comune di Agropoli, quale Ente capofila, si è infatti attivato nel corso degli ultimi anni per la stipula di un Contratto di fiume che prevedeva proprio la messa in sicurezza degli argini, un Piano di Protezione civile comunale con specifico riferimento al rischio idraulico, la manutenzione delle sponde e dell'alveo. “È questo il tempo di garantire la sicurezza per tutti i cittadini - ha detto Enrico Marchetti, presidente del Codacons Campania - una riflessione seria è però necessaria. Quest'oggi abbiamo presentato una istanza di accesso al Comune di Agropoli per capire cosa è stato fatto in questi anni. Quali opere effettivamente eseguite”.

L'avvocato Pierluigi Morena, dell'ufficio legale dell'associazione, incalza: “È bene comprendere se le belle intenzioni espresse nel Contratto di fiume abbiano avuto un seguito o rimaste mere dichiarazioni d'intenti. È una situazione inaccettabile – continua l'avvocato Morena - soprattutto se pensiamo che era tutto previsto ma nel nostro Paese manca la cultura della prevenzione, anche quando tra le criticità segnalate nel Contratto di fiume si dice espressamente Territorio soggetto a eventi pluviometrici particolarmente intensi (tipo flash flood) con risposta idrologica molto accentuata da parte del sistema fluviale”.

alluvione agropoli (1)

Rimane una alluvione che stravolge l'ambiente e causa enormi danni alla comunità, ai cittadini e alle attività commerciali. L'intera nazione ha visto, in queste ore, le immagini di auto danneggiate, locali e case allagate, con pregiudizi economici ingenti. "Se emergessero dagli atti omissioni da parte del Comune, ci adopereremo perché coloro che hanno subito danni dall'incuria abbiano il giusto risarcimento, come ha previsto recentemente, in caso simile la stessa Corte di Cassazione, a sezioni Unite", ha concluso il Codacons che ha presentato un esposto alla Procura di Vallo della Lucania. 
   intervento (2)-3                              

L'intervento della deputata di Fratelli d'Italia Imma Vietri:

"La mia solidarietà ai cittadini di Agropoli e Castellabate per il violento nubifragio che li ha colpiti. Bisogna intervenire subito dichiarando lo Stato di calamità per superare l'emergenza".

Su tutte le furie, intanto, per la situazione, la consigliera d'opposizione del Comune di Agropoli, Elvira Serra: "I ragazzi della Ragioneria - dice la consigliera che di professione fa il medico - sventolano fazzoletti bianchi mentre l'acqua continua a defluire attorno al Liceo e ha invaso tutto. In estate - ha aggiunto la consigliera- non è stata fatta la pulizia dell'alveo del fiume con la conseguenza che tutti i detriti ora vengono a valle. C'è stata una inadempienza da parte di chi doveva provvedere alla pulizia". "Le immagini che arrivano dal Cilento toccano il cuore. Episodi del genere non dovrebbero essere così ripetitivi, ma ormai stanno diventando consuetudine. Il cambiamento climatico è purtroppo realtà e ciò deve spingerci a riflettere sull'importanza della prevenzione: pulire gli alvei fluviali, i canali di scolo, le condotte fognarie deve essere la priorità di tutte le amministrazioni ad ogni livello", aggiunge l'onorevole Pino Bicchielli, deputato di Noi Moderati dopo il violento acquazzone che si è abbattuto sul Cilento e ha letteralmente messo in ginocchio la zona di Agropoli. "Sono vicino alla popolazione cilentana che in queste ore sta soffrendo. La mia solidarietà va ai commercianti che hanno visto impotenti allagarsi i propri locali commerciali e a tutti i cittadini che hanno avuto danni nelle proprie case - conclude l'onorevole - I cilentani sono forti e so che si rialzeranno subito con ancor più forza".

salerno2-4

Intanto, a Salerno città in queste ore caratterizzate dal maltempo, il Gruppo Comunale volontario di Protezione civile guidato dal capitano Mario Sposito è impegnato nella ricognizione del territorio cittadino. Stamattina una squadra di volontari è intervenuta in via Ligea per un principio di allagamento.

salerno-14

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alluvione ad Agropoli: i soccorsi arrivano anche da Napoli, interventi in corso pure a Salerno città

SalernoToday è in caricamento