Mercoledì, 19 Maggio 2021
Cronaca

Maltempo, tregua nel vallo di Diano. Chiusa la provinciale 11

Nel vallo di Diano ha smesso, al momento, di nevicare dopo le intemperie dei giorni scorsi. I volontari della protezione civile portano l'ossigeno a domicilio a Caggiano, dove però manca il sale. Chiusa la provinciale 11

Neve a Sala Consilina

Maltempo, la regione Campania nella giornata di ieri ha decretato, a mezzo delibera di giunta, lo stato d'emergenza B. La misura porterà, stando a quanto si è appreso, 500mila Euro per fronteggiare appunto l'emergenza che sta attanagliando la regione (in particolare le province di Avellino e Benevento, tre morti in Irpinia negli ultimi giorni) e anche la provincia salernitana, in particolare il vallo di Diano e la zona del Tanagro.

SALERNO CITTA' - In città c'è stata una fioccata nella notte tra lunedì e martedì ma, complici il forte vento e il freddo "non eccessivo" rispetto alle zone interne, la neve non si è posata al suolo. I maggiori disagi sono creati dal forte vento che ha imperversato in questi giorni: in via Urbano II un albero si è spezzato ed ha colpito alcune auto in sosta. Fortunatamente nessun ferito.

COSTIERA AMALFITANA - E' stata riaperta al traffico, dopo la frana dei giorni scorsi, la strada statale 163 Amalfitana.

SCUOLE RIAPERTE - Come riferito a mezzo nota stampa dalle amministrazioni comunali di Pellezzano e Baronissi riaprono oggi le scuole situate sui territori comunali di competenza. Resta tuttavia in allerta la protezione civile.

VALLO DI DIANO - Dopo tre giorni di freddo e di intense nevicate, questa mattina il cattivo tempo concede una tregua ai territori del vallo di Diano e del Tanagro. Nel vallo di Diano ha smesso di nevicare e la circolazione veicolare è regolare sulle arterie principali così come sul tratto valdianese della A3 Salerno-Reggio Calabria. Le scuole restano ancora chiuse in tutti i comuni e, al netto di eventuali emergenze che potrebbero sopraggiungere nel pomeriggio, domani riapriranno i battenti. Nella zona del Tanagro, invece, nevica leggermente soprattutto a Caggiano e a Salvitelle. La circolazione veicolare, grazie al continuo spargimento di sale, procede senza eccessive difficoltà. Lievi disagi si registrano, invece, sulle strade rurali dove i veicoli riescono a circolare soltanto con le catene. A Caggiano questa mattina la temperatura è andata da -5° della notte scorsa a 0°. I volontari del locale gruppo di protezione civile sono impegnati da questa mattina nella distribuzione di ricariche di ossigeno presso le abitazioni di coloro che sono soggetti a periodiche terapie. Sempre a Caggiano, comincia però a scarseggiare il sale dopo che per ben otto giorni consecutivi è stato sparso sia sulle strade comunali sia su quelle provinciali. I rifornimenti dovrebbero, però, giungere nelle prossime ore anche in vista del fine settimana per il quale si prevedono nuove ed importanti perturbazioni nevose.

DISAGI - Numerosi i disagi registrati nei giorni scorsi. A Caggiano prima una famiglia era rimasta bloccata (poi raggiunta) nella sua casa a causa della neve, poi un anziano bisognoso di cure era stato raggiunto da un infermiere che, facendosi largo tra mezzo metro di neve per circa mezzo chilometro, lo aveva raggiunto nella sua abitazione praticandogli una importante iniezione. Scuole chiuse a Sala Consilina per la giornata di oggi, chiuso anche il tribunale a causa del maltempo.

VAIBILITA', POLEMICA PROVINCIA - COMUNE DI SANZA - Il sindaco di Sanza Antonio Peluso, in una nota emessa nella giornata di ieri, aveva affermato che (alla giornata di ieri) la provincia non aveva inviato alcun mezzo per rendere possibile la circolazione sulla strada provinciale 18, che collega Sanza a Rofrano. La strada era infatti impraticabile a causa della neve. Questa la replica dell'assessore provinciale alla viabilità Marcello Feola: "Già dalle prime ore di stamani (ieri, ndr) è in corso un intervento di pulizia e spargimento sale da parte della ditta Tancredi, appositamente incaricata, ed inoltre sul posto è presente anche personale tecnico della provincia per coordinare le operazioni. Si tratta in ogni caso di una strada di montagna il cui utilizzo è estremamente limitato, per cui valuteremo, ora per ora, se chiuderla fintanto che persiste lo stato di emergenza”. Chiusa invece la strada provinciale 11.

AUTOSTRADE E RACCORDO - Sull'autostrada Salerno-Reggio Calabria i veicoli in transito devono essere muniti di catene a bordo o montare pneumatici termici. L'obbligo vige anche sul raccordo autostradale Salerno - Avellino. Nel tratto avellinese del raccordo, da Montoro, continua a cadere incessante la neve.

 

 

 


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltempo, tregua nel vallo di Diano. Chiusa la provinciale 11

SalernoToday è in caricamento