Cronaca

Donne sole e senza dimora, un lieto fine per mamma Maria

Braca (Venite Libenter): "Chiedo alle associazioni che tutelano le donne di unirsi alla nostra campagna chiedendo a istituzioni ed enti caritatevoli una maggiore sensibilità nei confronti di queste persone"

Ha trovato un luogo adatto a fornirle le giuste cure, mamma Maria, una donna in difficoltà presa a cuore dall'associazione Venite Libenter capitanata da Rossano Daniele Braca che ha reso nota la buona notizia su Facebook. "Cosa vuol dire essere madre? Avere piaghe ai piedi tanto gravi da rischiare l'amputazione e continuare a chiedere di poter lavorare per aiutare i figli. Con molta pazienza le volontarie del nostro gruppo sono riuscite a convincerla ad accettare un ricovero temporaneo in una casa di cura per guarire prima di ricominciare a cercare lavoro. - racconta Braca - Questa volta dobbiamo ringraziare un'assistenza sociale del comune che ha risposto al nostro appello, la nostra Simona Della Monica che per la nostra associazione prende in carico questi casi e la nostra Eva che negli ultimi giorni ha continuato a medicare questa mamma sulle panchine, sul sedile della sua auto e nei posti più disparati"

Il lieto fine

"Grazie alle volontarie della nostra associazione e alle assistenti sociali del nostro Comune (che hanno fatto molto più del loro dovere) la nostra mamma Maria ha trovato un luogo adatto per potersi curare e rimettere in sesto", ha assicurato il presidente di Venite Libenter.

L'appello di Braca

Allarmante, secondo Braca, la situazione nella nostra città per le donne per strada, "senza che vi siano dormitori ad esse riservati. - spiega - Chiedo alle associazioni che tutelano le donne di unirsi alla nostra campagna chiedendo a istituzioni ed enti caritatevoli una maggiore sensibilità nei confronti di queste persone in difficoltà, il cui numero per fortuna è esiguo ma non per questo meno degno di attenzione", ha concluso.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donne sole e senza dimora, un lieto fine per mamma Maria

SalernoToday è in caricamento