Disastro di Rigopiano, la madre di Stefano inizia lo sciopero della fame

Chiede giustizia Maria Perilli, la mamma di Stefano Feniello, il 28enne originario di Valva, morto sotto le macerie dell’hotel Rigopiano di Farindola, il 18 gennaio scorso

Stefano con la fidanzata

Ha iniziato lo sciopero della fame per chiedere giustizia, Maria Perilli, la mamma di Stefano Feniello, il 28enne originario di Valva, morto sotto le macerie dell’hotel Rigopiano di Farindola, il 18 gennaio scorso. La madre di Stefano chiede le dimissioni delle Istituzioni ritenute responsabili del disastro di Rigopiano. Il dito è puntato contro chi governa nella Regione Abruzzo.

Gli indagati

Intanto, la Procura di Pescara ha aperto un fascicolo d’inchiesta per omicidio plurimo colposo e disastro colposo, iscrivendo nella lista degli indagati 6 persone, tra cui il sindaco di Farindola e il presidente della Provincia di Pescara.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm 3-4 dicembre: cosa cambierà, le anticipazioni

  • Salerno a lutto, è morto Ciro Di Lorenzo: ora veglierà sulla sua Maria Pia

  • Morte di Veronica, la Lucarelli contro un giornalista locale: "Era importante specificare che fosse innamorata?"

  • De Luca sul Covid: "In Campania non si andrà nelle seconde case", poi annuncia i lavori a Salerno e Battipaglia

  • Riapertura scuole in Campania, tamponi su docenti e alunni: De Luca firma l'ordinanza

  • Natale 2020, approvato il Dpcm: ecco le regole per spostamenti, negozi e scuole

Torna su
SalernoToday è in caricamento