Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca

Camerota, boom turisti stranieri: weekend da tutto esaurito

Gruppi di visitatori svizzeri, cechi, canadesi e austriaci che hanno invaso il comune per tutta la settimana raggiungendo apici importanti tra venerdì e domenica

I turisti in visita

Fine settimana ricco di presenze a Camerota. Il turismo straniero ha preso il sopravvento nel weekend che ha tagliato in due il mese di ottobre. Il processo di destagionalizzazione voluto dall’amministrazione comunale raccoglie i primi frutti con i gruppi di visitatori svizzeri, cechi, canadesi e austriaci che hanno invaso Marina di Camerota per tutta la settimana raggiungendo apici importanti tra venerdì e domenica.

I locali e le visite

Sabato sera i locali del litorale hanno registrato il tutto esaurito quando anche famiglie campane, da Napoli, Salerno, Avellino e Caserta, hanno raggiunto la Perla del Cilento. “Abbiamo lavorato bene e con un turismo di qualità - fanno sapere i barcaioli che accompagnano i turisti alla scoperta dell’area marina protetta degli Infreschi - tantissima bella gente ha prenotato un’escursione a bordo delle nostre imbarcazioni. Hanno fatto il bagno, nonostante ormai siamo a metà ottobre ma le temperature permettono ancora di restare in costume in spiaggia e di godersi la giornata manco fosse piena estate”.

I gruppi di stranieri hanno visitato le cale e le grotte per poi sostare sulle spiagge di Pozzallo e Porto Infreschi. “Bene anche il turismo lento - sottolineano le guide escursionistiche - gli stranieri amano passeggiare lungo i nostri sentieri e fanno un sacco di domande. In questo fine settimana abbiamo avuto tantissime prenotazioni e per fortuna che siamo diversi a poter accompagnare loro a fare trekking”. Quaranta canadesi in bicicletta si sono fermati domenica mattina su lungomare Trieste per consumare una colazione al bar a base di cappuccino e cornetto. Hanno incontrato il sindaco, Mario Salvatore Scarpitta, che li ha salutati e ha scambiato con loro qualche battuta. Erano diretti anche loro sulle colline che sovrastano l’area marina protetta. Un altro gruppo, invece, era diretto presso un laboratorio di conserve per assistere alla lavorazione del tonno sott’olio e alla creazione di conserve made in Cilento.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Camerota, boom turisti stranieri: weekend da tutto esaurito

SalernoToday è in caricamento