Il futuro del turismo in un confronto tra Confcommercio Salerno e il Cilento

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

Si è svolto nel pomeriggio di ieri, a Marina di Camerota, presso l’ufficio turistico “La Perla del Cilento”, l’incontro tra Confcommercio Salerno e i rappresentati di categoria del Cilento, con i sindaci e le istituzioni locali. Presieduto da Giuseppe Gagliano, Presidente di Confcommercio Campania mandamento di Salerno e Sandro Legato, Coordinatore Delegazione Confcommercio Costa Cilento Sud,  il tavolo di confronto ha visto il coinvolgimento di un sostenuto numero di operatori locali del settore turistico, insieme ai rappresentanti dell’amministrazione comunale, in un clima positivo e partecipato. Ampi i temi trattati, partendo dalla tassa di soggiorno, fino al tracciamento di una visione, ideale e pragmatica, di quale turismo proporre e a quale target rivolgersi, al fine di attrarre ospiti in questa destinazione turistica.

“Tutto sommato, il bilancio della stagione è positivo” - ha aggiunto Gagliano – “Sono lieto dell’intraprendenza dimostrata dagli attori del territorio e, in primis, della positiva e grintosa direzione del Coordinatore, Sandro Legato” . A tal proposito, quest’ultimo ha colto l’occasione per prospettare il suo programma, basandosi sul chiaro obiettivo di ampliare la rete di imprenditori coinvolti, oltre che sulla necessità di investire in competenza, attraverso la formazione continua, rivolta agli imprenditori stessi, con la propria squadra. Tra le altre tematiche affrontate, meritano una nota gli aspetti di lotta all’abusivismo, la voglia di costruire un’offerta destagionalizzata e di saldare la collaborazione con chi ha la responsabilità politica della gestione del territorio. Per concludere, entrambi concordi, il Presidente Gagliano e il Coordinatore Legato: Questo appuntamento di oggi non è solo un’occasione, ma la prima puntata di un percorso che necessita di partecipazione e, soprattutto, di continuità”.

Torna su
SalernoToday è in caricamento