menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento della conferenza stampa

Un momento della conferenza stampa

"Canzone e lingua napoletana": il 1° master al Conservatorio di Salerno

Il piano di studi permetterà, dunque, ai futuri professionisti della “canzone e della lingua napoletana” di avere una conoscenza globale di quel repertorio che ha avuto il suo massimo splendore tra fine '800 e la metà del '900

Sarà al Conservatorio di Musica “Giuseppe Martucci” di Salerno, il primo Master italiano su la “Canzone e la lingua napoletana”. Il corso, che ha la direzione scientifica di Pasquale Scialò, sarà attivo nell’Anno Accademico 2015-2016. Entro il 6 luglio dovranno essere presentate le domande di ammissione, mentre i colloqui  si terranno il 16 luglio (tutte le informazioni utili ed il bando sono sul sito Consalerno.com). Solo 40  saranno i candidati ammessi a quello che si può definire il primo percorso di studio che consente di conseguire un titolo di studio riconosciuto in Italia e all’estero.

Lezioni frontali ed incontri laboratoriali organizzati in tre ambiti (storico-analitica generale, interpretativa ed attività di tirocinio e stage) per apprendere la storia, la diversa fisionomia formale, l'interpretazione vocale e strumentale di una delle espressioni musicali più diffuse al mondo. Il corso si propone l’obiettivo di creare una figura professionale, dall’alto profilo teorico-pratico, in grado di lavorare nello studio, nella conservazione e nella diffusione della canzone napoletana “classica”. Non mancheranno moduli formativi sulla lingua napoletana, con corsi di grammatica, scrittura, pronuncia e conoscenza della letteratura. Il piano di studi permetterà, dunque, ai futuri professionisti della “canzone e della lingua napoletana” di avere una conoscenza globale di quel repertorio che ha avuto il suo massimo splendore tra fine '800 e la metà del '900, grazie alla presenza di un ampio mercato e alla creazione di un sapiente dosaggio poetico-musicale ad opera, tra gli altri, di poeti come Salvatore Di Giacomo, Ferdinando Russo, Libero Bovio, E. A. Mario e musicisti come Paolo Tosti, Pasquale Costa, Luigi Denza, Vincenzo Valente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento