menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Del Debbio

Del Debbio

Straniero "molesta" una 14enne: arrivano le telecamere di Rete 4

Stasera il programma "Dalla vostra parte", condotto da Paolo Del Debbio, sarà in diretta da Matierno. Intanto Peduto (Noi con Salvini) denuncia: "Quartiere abbandonato dalle istituzioni"

Salerno torna alla ribalta nazionale. Questa volta non per le Luci d’Artista, ma per il grave episodio di cronaca verificatosi due sere fa nel quartiere di Matierno, dove un ragazzo straniero avrebbe tentato di molestare una giovane di 14 anni residente nella frazione collinare del capoluogo. Di qui l’ira di un gruppo di abitanti che ha inveito contro i migranti ospitati in un centro di accoglienza della zona. Un nuovo caso di cronaca, che vede come protagonisti cittadini stranieri, che questa sera alle 20:30 sarà raccontato nei dettagli su Rete 4 nel corso della trasmissione “Dalla vostra parte”. Le telecamere del programma condotto da Paolo Del Debbio daranno voce in diretta ai residenti con una serie di interviste e di filmati svolge nei luoghi dove si è verificata la tentata molestia. 

Intanto il movimento Noi con Salvini va all’attacco: “ Da sempre abbiamo denunciato lo stato di abbandono e di incuria sociale ed “urbanistica” a cui la scellerata indifferenza delle istituzioni soprattutto locali ha lasciato tutti i quartieri periferici e collinari della nostra città, fra cui anche e soprattutto Matierno. Ma oggi – denuncia il coordinatore cittadino Rosario Peduto - dobbiamo denunciare e censurare, con ancora maggiore forza, la scelta di chi ha predisposto o anche solo autorizzato  la presenza di un centro di accoglienza per immigrati nel cuore proprio di Matierno, aggiungendo irresponsabilmente disagio sociale a disagio sociale, con il solo risultato di innescare una pericolosa “miccia” di scontro fra residenti, ormai  esasperati da anni di abbandono generale e generalizzato circa le proprie giuste attese e rivendicazioni di cittadini italiani e salernitani, ed extracomunitari o presunti rifugiati  che, ancora una volta, vengono scelleratamente “calati”, per volontà delle disastrose politiche governative di accoglienza indiscriminata , in realtà urbane e sociali che già vivono enormi problematiche di “integrazione” sociale, economica ed occupazionale”. 

“Noi – denuncia Peduto - diciamo basta a queste assurde sperimentazioni di pseudo-integrazione fatte - come sempre – sulla pelle della povera gente. I cittadini di Matierno hanno bisogno di tutto – da un efficiente trasporto pubblico ad un maggior decoro delle strade del proprio quartiere, passando per la presenza di spazi efficienti ed efficaci per la ricreazione sociale e sportiva; di certo non vogliono essere esclusivamente attenzionati per diventare inaccettabile laboratorio di scontro urbano e di esasperazione sociale”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento