menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Maturità 2011, via alla seconda prova: impazza il toto autore al classico

Dopo il tema d'italiano, questa mattina si svolgerà la seconda prova scritta, differente per ogni tipologia d'istituto

Maturità 2011, secondo atto: i quasi 500mila studenti del BelPaese saranno impegnati questa mattina con la prova d'istituto. Nei licei classici i maturandi dovranno tradurre una versione di latino; al liceo scientifico la prova sarà di matematica; al liceo linguistico una delle lingue straniere; gli studenti del liceo pedagogico affronteranno una prova di pedagogia; al liceo artistico una prova di disegno geometrico, prospettiva ed architettura.

Ogni istituto avrà quindi una sua seconda prova. Tema d'italiano alle spalle, i maturandi dovranno ora concentrarsi sull'ostacolo per molti più difficile. Ma c'è anche chi ha detto di sentirsi tranquillo in virtù del fatto di aver studiato e di essersi preparato a dovere.

Per il liceo classico in particolare, inevitabile che si scatenasse il toto autori: quale sarà il brano di latino da tradurre? Nel 2009, anno in cui la seconda prova è stata latino per il classico (lo scorso anno era greco) capitò agli studenti un brano di Marco Tullio Cicerone, tratto dal De Officiis. E quest'anno? Quintiliano, Seneca, Tacito, nuovamente Cicerone, Tito Livio per gli storici... l'auspicio degli studenti è che capiti un brano di un autore magari studiato e approfondito durante il corso di studi, in maniera da poter tradurre con minore difficoltà ed eventualmente aggiungere anche un commento alla fine della traduzione (non è obbligatorio ma potrebbe fare buona impressione, qualora presente, alla commissione). Qui di seguito gli autori latini nelle tracce degli ultimi anni: 2009 Cicerone; 2007 Seneca; 2005 Tacito; 2003 Seneca; 2002 Cicerone; 2000 Vitruvio. In bocca al lupo, maturandi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento