Posteggi di via Piave, Meetup Beppe Grillo: "I dubbi restano"

Il Movimento esprime parziale soddisfazione "per la risposta dell'assessore Loffredo in merito alla natura momentanea dello spostamento a via Vinciprova” ma ribadisce che "non c'è alcun riferimento esplicito alla modifica della delibera quadro"

Attraverso una nota stampa, il Meetup Amici di Beppe Grillo di Salerno esprime "parziale soddisfazione" in merito alla risposta dell’Assessore alle Attività Produttive, Dario Loffredo sullo "spostamento dei posteggi dal mercato di via Piave, oggetto di ristrutturazione, a via Vinciprova".

Spostamento momentaneo

Il trasferimento di un congruo numero di posteggi costituisce “eventualità e ha un carattere momentaneo”. Il Comune lo ha precisato, "ha messo tutto nero su bianco - prosegue Meetup - è un primo risultato della petizione e ne cogliamo la positività, rispetto al testo della delibera che prevede, invece, con certezza un trasferimento definitivo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I dubbi

Nella propria risposta l’assessore non menziona in maniera esplicita la modifica della delibera quadro, nella parte in cui viene sancito il trasferimento di un congruo numero di posteggi da via Piave a via Vinciprova e non assicura che in caso di trasferimento, anche se momentaneo, gli operatori possano spostarsi in piazza Casalbore. "Questa soluzione - scrive Meetup - permetterebbe senza ombra di dubbio di conservare il rapporto ormai storico che la maggior parte dei cittadini della zona alta della città ha con il mercato di via Piave. Nessuna rassicurazione arriva poi in merito all’eventuale taglio degli alberi che rappresenterebbe l’ennesimo colpo dato a una città in cui il verde pubblico è carente. Basta davvero poco per annullare l’identità di un luogo e creare un grave danno alla comunità che in esso si riconosce. Continueremo a batterci perché sia modificata la delibera quadro sulle aree mercatali e non venga cancellato un altro pezzo della storia di questa città".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimbo con la febbre: la mamma non aspetta il tampone e lo porta in ospedale, entrambi positivi

  • Incidente a Olevano: troppo gravi le ferite, muore 43enne

  • Covid-19: positivo anche un vigile collegato ai casi di Pontecagnano, sospetto di contagio a Cava

  • Sorpresa nel Cilento, avvistato lo yacht "T.M Blue One” di Valentino

  • Covid-19: in aumento i positivi in Campania, 23 nuovi contagi

  • Violate norme anti Covid: la polizia chiude bar a Salerno

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento