rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca Mercato San Severino

Risarcimento "trattenuto", avvocato assolto dalle accuse di appropriazione indebita

La sentenza del tribunale di Nocera Inferiore ha escluso responsabilità a carico del professionista

E’ stato assolto con formula piena «perché il fatto non sussiste» un avvocato di 45 anni, accusato di appropriazione indebita dopo la denuncia di una cliente. La sentenza è stata emessa dal giudicedel Tribunale di Nocera Inferiore.

La storia

I fatti contestati si riferiscono al 15 dicembre 2017, a una causa civile davanti al giudice di pace di Mercato San Severino. L’imputato era presente in qualità di difensore nominato dall’assistita che lo aveva poi denunciato. Secondo le accuse, come da procura alle liti, il Giudice di pace accoglieva la richiesta risarcitoria in favore dell’assistita. Ed è a questo punto che l’avvocato si sarebbe appropriato di un assegno emesso dal comune di Baronissi per 829 euro, in favore del professionista. Per ragioni professionali la cifra e il titolo arrivarono all’avvocato, al suo studio. L'imputato, poi, «rifiutava la consegna alla cliente se non dietro corresponsione della somma di cento euro, cifra giustificata da presunte spese stragiudiziali, peraltro non previste né liquidate nella citata sentenza, con l’aggravante di aver commesso il fatto con abuso di prestazione d’opera professionale». La sentenza ha escluso responsabilità a carico del professionista

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Risarcimento "trattenuto", avvocato assolto dalle accuse di appropriazione indebita

SalernoToday è in caricamento