rotate-mobile
Mercoledì, 5 Ottobre 2022
Cronaca Mercato San Severino

Mercato S. Severino, spara tre volte ad un pastore che aveva invaso il suo terreno

Con l’accusa di tentato omicidio, il gup Luigi Levita ha rinviato a giudizio G.M., 33enne di Pellezzano. I fatti avvennero a Spiano, vicino Mercato San Severino, il 27 agosto 2015

La sua colpa fu di aver fatto pascolare il suo gregge in un terreno non suo. Per questo fu sparato per tre volte, con un fucile, da un uomo che era in compagnia di altre due persone. Con l’accusa di tentato omicidio, il gup Luigi Levita ha rinviato a giudizio G.M., 33enne di Pellezzano. I fatti avvennero a Spiano, vicino Mercato San Severino, il 27 agosto 2015. L’uomo era insieme ad altre due persone, le cui posizioni saranno giudicate a parte. Ad una distanza di 10 metri esplose tre colpi di fucile, colpendo lo sventurato al collo, su parte della faccia, solo sfiorandolo, e poi alla spalla. La vittima, A.C. , cadde a terra, mentre il ragazzo esplose altri tre colpi, andati a vuoto. Poi lo minacciò, avvertendolo di non avvicinarsi a quelle zone per il pascolo, «in quanto nella sua esclusiva disponibilità». Il 33enne risponde anche di aver portato in luogo pubblico, illegalmente, un fucile caricato con cartucce a pallini. Questo quanto ricostruito dalla Procura di Nocera Inferiore. La vittima se la cavò con 15 giorni di prognosi, mentre G.M. fu arrestato poco dopo. Nella dinamica dei fatti, secondo gli inquirenti, un ruolo lo avrebbero giocato anche le due persone in compagnia di chi esplose quei colpi di fucile. Uno dei due, di età minore. La loro complicità o anche il non essere intervenuti per evitare una tragedia ai danni di quel pastore sarà valutata separatamente. Rischiano il processo anche loro. Il processo partirà il prossimo 17 ottobre. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mercato S. Severino, spara tre volte ad un pastore che aveva invaso il suo terreno

SalernoToday è in caricamento