Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca

Paziente morto all'ospedale di San Severino: era affetto da Coronavirus

L'uomo, Gaetano Damiano, è risultato positivo al tampone. Per la sua morte sono stati iscritti nel registro degli indagati quattro medici del "Gaetano Fucito". A far partire l'inchiesta è stata la denuncia della moglie

Era affetto da Coronavirus il paziente di 50 anni originario della provincia di Benevento, Gaetano Damiano, deceduto nella notte tra il 22 e il 23 marzo presso l’ospedale “Gaetano Fucito” di Mercato San Severino. E’ quanto emerso dall’esito del tampone effettuato sul corpo a seguito della denuncia dei familiari che chiedono di conoscere le cause reali che hanno portato al decesso.

Le indagini

La procura di Nocera Inferiore ha già aperto un’inchiesta iscrivendo nel registro degli indagati quattro medici con l’accusa di omicidio colposo in cooperazione. Ora l’obiettivo è quello di fare chiarezza sul motivo per il quale, al momento del ricovero in ospedale, non fu effettuato subito il tampone e di conseguenza non venne attivato il protocollo anti-Coronavirus per ricostruire la rete dei contatti delle ultime settimane. La famiglia, infatti, è stata messa soltanto dopo la morte del 50enne beneventano.

Il fatto

L'uomo aveva un'influenza da diversi giorni. Di qui la decisione di portarlo in ospedale, dopo una chiamata al 118. Secondo la denuncia dei familiari, Damiano avrebbe atteso diverse ore in pronto soccorso prima di essere visitato e sottoposto alla Tac che, successivamente, evidenziò un problema ai polmoni. Nelle ore successive le sue condizioni di salute si sono aggravate fino al decesso nel reparto di Rianimazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paziente morto all'ospedale di San Severino: era affetto da Coronavirus

SalernoToday è in caricamento