Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca Centro Storico / Duomo

Messa in onore di San Matteo, De Luca è assente

Monsignor Moretti parla della vita: "Dio ce l'ha donata facendo scendere sulla terra suo figlio Gesù. Chiunque ami la vita ne abbia in abbondanza perchè la vita è un dono di Gesù"

Duomo

E' il giorno del Santo Patrono della nostra città. Da poco è iniziata la messa in suo onore al Duomo, celebrata dall'arcivescovo di Salerno - Campagna- Acerno, monsignor Luigi Moretti. Ma non sono mancate sorprese per i cittadini: il sindaco e viceministro Vincenzo De Luca, lo scorso anno protagonista di una querelle riguardante i posti a sedere in chiesa  proprio in occasione della celebrazione per San Matteo, quest'anno non c'è. Ma oggi, al contrario del 2012, il primo cittadino ha voluto comunque far sentire la sua voce attraverso un messaggio su facebook: "Buon San Matteo a tutti i salernitani. So che sarà anche un momento di folklore, di cultura popolare, di allegria. Ma sia per tutti, soprattutto, un momento di grande spiritualità, di unità di tutta la nostra città in tutte le sue componenti. L’augurio è che, come sempre, la nostra grande famiglia si ritrovi in un clima di rispetto, di solidarietà reciproca e di consapevolezza per quello che dovrà essere il nostro futuro".

Al suo posto, infatti, per lo stupore di tutti, il vicesindaco Eva Avossa. E mentre aleggiano curiosità ed interrogativi circa l'inaspettata assenza del Primo cittadino a messa, Enzo Todaro, presidente dell'associazione Giornalisti Salernitani ha rinunciato a sedere tra le prime file della Cattedrale per solidarietà verso i giornalisti e gli operatori ai quali non è stato consentito di sostare sotto all'altare. A breve, ulteriori aggiornamenti.

Il Pontificale, comunque, è iniziato alle 10.30 in punto. Dopo la lettura del Vangelo a prendere la parola è stato monsignor Moretti: "Oggi ci ha riunito qui la comune emozione legata a San Matteo, apostolo ed evangelista". Poi parlando della vita: "Dio ce l'ha donata facendo scendere sulla terra suo figlio Gesù. Chiunque ami la vita ne abbia in abbondanza perchè la vita è un dono di Gesù. Come può essere Gesù un nostro contemporaneo? Grazie alla testimonianza di San Matteo". 

             

ha collaborato Roberto Junior Ler                                                                     

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Messa in onore di San Matteo, De Luca è assente

SalernoToday è in caricamento