Cronaca

Miasmi nei Picentini, Aievoli contro il Comune di Salerno: esposto al Noe

Dopo la polemica i camion della "Salerno Pulita" hanno rimosso tutti i rifiuti organici che erano stati depositati in localitá Ostaglio

Il sito di Ostaglio

Miasmi insopportabili nei Picentini, scoppia la polemica con il Comune di Salerno.

La polemica

Ad alzare il tiro è il sindaco di San Cipriano Picentino Gennaro Aievoli che racconta: “Chiamato da cittadini di Campigliano per il forte cattivo odore percepito nell'intero quartiere ho fatto immediato sopralluogo all'impianto di tritovagliatura di Sardone ed ho constatato che l'odore nauseabondo non venisse da lì. A seguito di ulteriori verifiche ho potuto constatare che il cattivo odore provenisse dal sito di Ostaglio (alle spalle ex inceneritore di Salerno). Quindi ho chiesto formalmente una verifica della zona Ostaglio al nucleo ambientale dei Carabinieri Noe”.

Di qui la polemica politica con il Comune di Salerno: “Chissà - denuncia Aievoli - se qualche falso ambientalista, operaio di Salerno Pulita, in continua campagna denigratoria contro l'Amministrazione e i picentini, si sia accorto del problema ed abbia reclamato, perché la puzza anche se proveniente da Salerno resta ugualmente puzza”. Infine la stoccata: “L'Amministrazione Comunale di Salerno ha pensato bene di lasciar marcire i rifiuti organici ad Ostaglio in modo da poter salutare in bellezza i tanti turisti che in questi giorni stanno percorrendo l'autostrada Sa-Rc”.

La bonifica

Intanto, dopo le critiche di Aievoli, i camion della Salerno Pulita hanno rimosso tutti i rifiuti organici che erano stati depositati in localitá Ostaglio. “Ovviamente tale circostanza – avverte il primo cittadino picentino - non bloccherá la nostra azione e continueremo a sollecitare le istituzioni preposte affinché verifichino il rispetto delle leggi a tutela del territorio e di noi cittadini”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Miasmi nei Picentini, Aievoli contro il Comune di Salerno: esposto al Noe

SalernoToday è in caricamento